De Ligt: “Ora giochiamo come l’Ajax e siamo solo al 70%”

Il difensore olandese molto soddisfatto al rientro dopo un lungo stop

de ligt juventus cagliari 2-0

Matthijs De Ligt è tornato ed è esattamente quel grandissimo difensore che ricordavamo. Il difensore olandese ha giocato 90 minuti ieri sera in Juventus-Cagliari e mister Pirlo lo ha elogiato per la prestazione dopo oltre due mesi di stop. L’operazione alla spalla è solo un brutto e lontano ricordo: “Sono stati mesi duri – ha spiegato de Ligt a Sky Sport – ho lavorato tanto per tornare e giocare. Oggi sono molto felice, per tutta la squadra. È stato un periodo difficile – insiste – però è importante soffrire qualche volta. Ho giocato qualche partita con la spalla fuori, ma alla fine sono stato felice di vincere il campionato e dare il mio contributo”.

De Ligt: “Pirlo allenatore moderno”

A chi gli chiede che differenza ci sia tra il nuovo allenatore e il predecessore, de Ligt risponde in perfetto italiano e senza esitazioni: “Ho visto una mentalità diversa, lo scorso anno abbiamo provato a giocare in avanti, ma con Pirlo proviamo a giocare più moderno. Difendiamo uno contro uno con molto spazio dietro, mi piace giocare così perché lo facevo già all’Ajax”. E ancora la Juve non ha espresso tutta la sua “potenza di fuoco, sostiene il centrale olandese: “Abbiamo molto potenziale per migliorare, adesso siamo al 70%. Per noi è importante lavorare sempre di più e così penso che tra poco raggiungeremo il 100%. Quest’anno ci sono molte squadre forti, per noi è buono perché è più difficile e stimolante”, ammette.

Quanto alla lotta scudetto, infine, de Ligt indica diverse contendenti: “Abbiamo tante rivali, Milan, Inter, Lazio, Atalanta, Napoli… È un campionato duro, però noi siamo concentrati solo su di noi, abbiamo una squadra molto forte per vincere il campionato”, conclude l’olandese.