De Ligt-Juventus: c’è odore di rinnovo dopo le 100 presenze

Il difensore olandese è il calciatore più utilizzato da Allegri

de ligt rinnovo juventus

Matthijs De Ligt non ha mai giocato così tanto alla Juventus. Il difensore olandese è il calciatore più impiegato da Massimiliano Allegri quest’anno con 2.179 minuti, contro i 2.174 di Manuel Locatelli. Difensore centrale imprescindibile, l’ex Ajax è ormai il perno della difesa e da solo è in grado di indirizzare l’atteggiamento di una partita, come avvenuto ieri sera contro il Sassuolo in Coppa Italia. De Ligt ha timbrato in maniera stratosferica il cartellino numero 100 in maglia bianconera e ora i rumors sull’addio sono molto più lontani.

De Ligt-Juventus: le condizioni per il rinnovo

La proprietà della Juventus ha risposto a distanza a Mino Raiola acquistando Vlahovic e Zakaria, confermando di voler fare un importante step in avanti. De Ligt, dal canto suo, è tranquillo, contento della Juve e dell’ambiente. Insomma, segnali di addio, al di là di voci provenienti da destra o manca, non ce ne sono. Piuttosto, presto le parti potrebbero incontrarsi per il prolungamento. C’è la disponibilità della dirigenza bianconera ad andare oltre il 2024, con almeno un prolungamento biennale, alle stesse cifre attuali. Agli 8 milioni di bonus, dunque, se ne aggiungerebbero 4 di bonus magari rendendo più semplice il loro raggiungimento. Inoltre, potrebbe sparire la clausola rescissoria da 120 milioni di base.