De Ligt espulso: “Olanda fuori da Euro 2020 per quello che ho fatto”

Il difensore della Juventus si assume tutte le responsabilità della sconfitta maturata durante Olanda-Repubblica Ceca

de ligt espulso olanda repubblica ceca

Matthijs de Ligt è stato suo malgrado uno dei protagonisti in negativo di Olanda-Repubblica Ceca. La gara si è conclusa con il punteggio di 0-2 e la conseguente l’eliminazione della nazionale di Frank De Boer da euro 2020, ma il difensore della Juventus non si dà pace. La sua espulsione arrivata al 55’ per un mani dopo un contrasto con Schick ha inevitabilmente messo in discesa la partita per i Cechi. Un provvedimento probabilmente eccessivo e che è arrivato dopo una prestazione molto positiva dell’ex Ajax fino a quel momento.

De Ligt: “Il mio cartellinmo rosso ha fatto la differenza”

Intervistato da NOS TV, de Ligt si è assunto tutte le responsabilità del caso. “Mi fa male. Abbiamo praticamente perso la partita a causa di quello che ho fatto – ammette – Col senno di poi, non avrei dovuto far rimbalzare la palla. Pensavo che avessimo la partita sotto controllo. Abbiamo avuto poche occasioni, soprattutto nel primo tempo. Non avevo nemmeno la sensazione che avessero creato molte occasioni. Ma il cartellino rosso ovviamente ha fatto la differenza”.