in

Con De Ligt e Demiral, Rugani diventerà l’ultima scelta di Sarri?

rugani de ligt demiral sarri juve

L’arrivo di Maurizio Sarri sulla panchina della Juventus ha dato nuove speranze di impiego a Daniele Rugani. Il difensore toscano, nel frattempo, ha anche firmato un rinnovo fino al 2024, ma se le ultime indiscrezioni di mercato dovessero essere confermate, in realtà le cose andranno molto diversamente per lui. Assodato che Leonardo Bonucci sarà uno dei titolari per la maggior parte delle partite della stagione 2019-2020, l’altro posto da centrale se lo giocherebbero Giorgio Chiellini, che comunque non ha più molte presenze nelle gambe, e il top che Paratici sta cercando di portare a Torino, molto probabilmente Matthijs De Ligt.

Se si aggiunge poi che Merih Demiral, che ha già svolto le visite mediche per la Juventus, ha confermato con la sua nazionale quanto di buono fatto vedere nei primi sei mesi in Italia, il quadro è delineato. Nonostante sarà allenato da colui il quale lo ha lanciato all’Empoli, Rugani rischia di trovare molto poco spazio nella nuova Juve, forse solo in Coppa Italia. Una situazione che sorprenderebbe solamente chi si è soffermato in questi anni solo alle dichiarazioni ufficiali di Allegri o della dirigenza bianconera.

Se non gioca, Rugani via a metà stagione

In pubblico, il sostegno e la fiducia nei confronti di Rugani non è mai mancata, ma il campo è l’unico giudice insindacabile e dice che, tranne qualche rara eccezione, l’ex Empoli si è spesso dimostrato non all’altezza. Ha però ancora 24 anni e la Juventus gli ha prolungato il contratto proprio per provare a difendere l’investimento. L’obiettivo, insomma, sembra essere quello di avere maggiore potere contrattuale in caso di cessione che in caso di scarso impiego non è da escludere avvenga già a gennaio prossimo.

Jmania.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.