De Ligt ammette: “Fossi un tifoso della Juventus mi sarei arrabbiato”

Matthijs de Ligt intervistato oggi da Tuttosport ha fatto il punto sulla sua prima parte di stagione

de ligt tifoso juventus

Matthijs de Ligt si è ripreso la Juventus dopo il grave infortunio occorso a Merih Demiral. Il difensore olandese ora gioca da centrale destro e sembra che le sue prestazioni siano in forte ascesa, tanto che lo Stadium gli ha tributato domenica sera un lungo applauso. “Sì, ho visto ed è stato meraviglioso – le parole dell’ex Ajax oggi a Tuttosport – Naturalmente i tifosi sono molto importanti per noi, il loro supporto è utile perché ci dà grande fiducia. Sanno apprezzare chi gioca bene ed è bello sentire i loro cori, il loro sostegno”.

L’inizio di stagione non è stato dei più facili per de Ligt: il passaggio dal campionato olandese alla Serie A, da una situazione di “comodo” ad una nuova sfida, inevitabilmente è stato complicato ed ha comportato degli errori. “È normale – prosegue – è tutto normale. Se fossi stato nei panni di un tifoso, anch’io mi sarei arrabbiato di fronte a errori del genere. Ma da giocatore sono problemi che non mi devono interessare. Io devo solamente pensare a lavorare, a migliorarmi, a capire se sto facendo o meno dei progressi. Di sicuro sono felice per il modo in cui i miei primi sei mesi sono trascorsi e sono convinto del fatto che partita dopo partita andrà sempre meglio”.

Il processo di crescita di de Ligt è appena iniziato e grazie alla presenza di tanti campioni alla Continassa, soprattutto in difesa, non può che proseguire nel migliore dei modi. “Buffon, Bonucci e Chiellini? È bello allenarsi con loro – ammette l’olandese – hanno grandissima esperienza, possono insegnare tanto. Con Chiellini ho parlato, a volte sono un po’ impulsivo e lui mi ha fatto subito capire che spesso è meglio giocare con la testa. Anche da Bonucci sto imparando tanto, è un onore per me. Ma tutti i compagni di squadra mi possono insegnare molto: è un gruppo davvero stupendo. E so che tutti sono disposti ad aiutarmi”.

De Ligt: “Ronaldo ha zittito tutti”

E poi c’è quel Ronaldo che a dispetto di tutti i critici è tornato a segnare con una costanza incredibile: 11 gol nelle ultime 7 partite. “Lo conosciamo bene, è un giocatore incredibile. Ricordo che fino a un paio di mesi fa era stato fortemente criticato, ma lui è stato capace di zittire tutti. Riprendersi da un momento non così buono e dimostrare ora di essere assolutamente sul pezzo è qualcosa di portentoso. Sono molto felice per Cristiano”, sottolinea ancora de Ligt, che poi chiude con una considerazione sulla vittoria sofferta contro il Parma. “È stato importante vincere e guadagnare punti, ma la stagione è molto lunga. Però ora non dobbiamo fermarci, tutte le partite saranno per noi. La nostra classifica è molto buona. Continuiamo così – conclude – è fondamentale provare a vincerle tutte”.