Danilo: “Vlahovic, Kostic e Alex Sandro? Ecco cosa penso di loro”

Le parole del difensore della Juventus dal ritiro brasiliano alla Continassa

danilo brasile juventus

Danilo, difensore della Juventus, ha parlato in conferenza stampa dal ritiro del Brasile, che in questi giorni si sta allenando alla Continassa. “Un orgoglio e un piacere avere il Brasile qui che è diventata casa mia – ammette – Due settimane fa sono stato qui con Tite, gli ho fatto vedere il centro e i campi d’allenamento. Se fosse stato possibile avrei voluto giocare già domani, c’è quel sentimento che sembra che non arrivi mai. Sappiamo che questi giorni saranno improntanti per noi come preparazione, per aggiustare qualcosa che ancora ci manca. Però noi vorremmo iniziare subito”.

Danilo: “In Italia migliorato difensivamente”

Soffermandosi per un attimo sulla sua esperienza in bianconero, Danilo ammette di essere migliorato tanto nel difendere da quando è in Italia. “È da un po’ che dico che da quando sono arrivato in Italia il mio modo di difendere è cambiato positivamente. Questo è quello che possiamo aggiungere alla Nazionale brasiliana – continua – Ci sono tanti campioni, gente con spessore e con esperienza che ha vissuto tutto. Però l’interpretazione delle partite e la capacità di soffrire, della quale qui alla Juve si parla tanto, e possiamo aggiungerlo alla Nazionale”.

Gli avversari Vlahovic e Kostic

A proposito di alcuni compagni di club che incontrerà ai Mondiali, Danilo poi dice: “Vlahovic ha un potenziale incredibile, lo ha dimostrato alla Fiorentina e alla Juventus. Sta migliorando ed è pericoloso perché ha personalità. Kostic? È molto forte. È arrivato nell’ultimo mercato e sta entrando nelle dinamiche della Juve. Ha un ottimo cross e sarà un’arma da neutralizzare. Però è bello incontrarli al Mondiale. Alex Sandro? Siamo amici dal 2010, venivo a trovarlo a Torino quando giocavo nel Real. È bello giocare la Coppa del Mondo con un amico come lui – conclude – Sono felice e orgoglioso, è uno di famiglia”.