Dani Alves: “Grato alla Juve, ma a me piace rischiare”

Dani Alves juve

Dani Alves torna a parlare di Juve e lo fa a margine della vittoria del suo Paris Saint Germain contro l’Amiens. Il terzino brasiliano, 34 anni, ha spiegato il perché ha deciso di cambiare maglia lasciando quella bianconera per trasferirsi in Francia: “Io sono un calciatore a cui piace giocare un pochino di più la palla – dichiara a Sky Sport – , fare in modo che i miei compagni giochino un po’ di più, con rischi, ok, va bene… ma penso che loro non abbiano capito il mio modo di giocare e questo non mi faceva tantissimo felice. Per quello ho cercato una nuova aspirazione, una nuova avventura, però sono molto molto grato alla Juventus”.

Insomma, Dani Alves lascia intendere che abbia deciso di lasciare Torino perché il calcio di Allegri non era spumeggiante quanto le sue aspirazioni. Nell’intervista, tralascia però di rimarcare un dettaglio che non è sfuggito ai più attenti: alla Juve il brasiliano guadagnava 3,5 milioni di euro più bonus (per un totale massimo di 5), al PSG ne percepisce più del doppio. Excusatio non petita, accusatio manifesta.