Coronavirus: denunciato il fratello di Dybala, violata la quarantena

La notizia rimbalza dai media argentini su quelli italiani: Gustavo Dybala iscritto nel registro degli indagati

coronavirus denunciato fratello dybala

Gustavo Dybala, fratello di Paulo, numero 10 della Juventus, sarebbe stato denunciato dalla giustizia della città di Cordoba Capitàl. Secondo quanto riferisce Tuttosport, una volta rientrato da Torino dove aveva fatto visita al fratello, Gustavo Dybala e la sua compagna avrebbero ignorato l’ordine di rimanere in isolamento per 14 giorni per l’emergenza coronavirus. Dopo la notizia della positività de la Joya, le autorità argentine avevano trasferito il fratello la compagna e anche la mamma di Dybala in via precauzionale all’Ospedale Rawson di Cordoba per un ordine emanato dal Ministerio Público Fiscal.

La famiglia di Dybala accusata dai vicini

Rientrati da Torino l’11 marzo scorso, i tre, secondo quanto dichiarato da alcuni vicini, sarebbero usciti di casa violando i 14 giorni di isolamento previsti per l’emergenza coronavirus. Per questo motivo sono ora stati iscritti nel registro degli indagati e potrebbero pagare penalmente il gesto irresponsabile.