Coppa Italia: Juve-Milan anticipata al 12 giugno?

E’ caos sulle semifinali di Coppa Italia, Inter e Milan continuano a fare resistenze

coppa italia juve milan 12 giugno 2020

Continua il caos sulle date della Coppa Italia che stanno rendendo particolarmente nervose Milan e Inter: secondo l’ultima ipotesi, la prima semifinale di ritorno tra Juve e Milan si dovrebbe giocare il 12 giugno, mentre il 13 giugno si giocherebbe Napoli-Inter. Un anticipo di un giorno per provare ad accontentare i club che stanno facendo più rumore, anche se la presunta minaccia dei nerazzurri di far giocare la Primavera non potrà avere seguito perché il campionato Primavera è fermo e i ragazzi non potrebbero dunque scendere in campo.

> QUI IL CALENDARIO DELLA JUVENTUS FINO AL 2 AGOSTO

Inter: il problema è il sovrappeso di Lukaku

Il problema sostanziale dell’Inter è che deve recuperare una partita in più, quella contro la Sampdoria, ma nessuno può farci nulla perché prima o poi quella partita va recuperata e non si può sforare oltre il 2 agosto. In qualunque data si metta il recupero, sarà sempre ravvicinato ad un’altra gara e fin qui non è che siano arrivate proposte alternative da Milano per risolvere la questione. Secondo il Giornale, però, ci sarebbero altre preoccupazioni da parte di Antonio Conte, in primis Romelu Lukaku che sarebbe rientrato in sovrappeso dalla quarantena.

Juve-Milan il 12 giugno: Agnelli non entusiasta, ma accetta

La posizione della Juventus è invece chiara: anche se l’idea di giocare la semifinale di Coppa con il Milan il 12 o il 13 giugno e l’eventuale finale il 17 non entusiasma Andrea Agnelli, il club bianconero si adeguerà ad ogni decisione che sarà presa lunedì dal ministero dello Sport, che dovrà dare il via libera ufficiale alle date scelte dalla Lega.