Copenhagen-Juventus 1-1: le pagelle

FBL-EUR-C1-COPENHAGEN-JUVENTUSLa Juventus comincia esattamente come l’anno scorso l’avventura in Champions League, ossia con un pareggio in terra danese contro il Copenhagen (guarda i video dei gol). Nulla è compromesso, ovviamente, ma ora c’è da recuperare i due punti lasciati per strada nelle prossime gare. Sfortuna e poca lucidità alla base del mezzo passo falso degli uomini di Conte. Le pagelle:\r\n\r\nBuffon 6: Mai messo in difficoltà dagli attaccanti avversari, si fa trovare leggermente impreparato sul gol di Jorgensen , dove avrebbe potuto fare qualcosina in più.\r\n\r\nBonucci 5.5: Spostato sulla destra al posto di Barzagli, il Bonny non riesce ad esprimersi come solitamente sa fare al centro della difesa. In ritardo e impacciato sui cross avversari, si fa trovare spesso fuori posizione, giocando una partita al di sotto del suo livello.\r\n\r\nOgbonna 6: L’unico del terzetto difensivo ad essere sceso in campo con la testa. Ordinato e pulito nei suoi interventi, sbaglia relativamente poco, dimostrando di poter essere molto importante per le prossime uscite bianconere.\r\n\r\nChiellini 5–: Un completo DISASTRO. Già colpevole sabato sera di aver lasciato andare Alvarez verso la porta, stasera ci mette pure il carico da 90, addormentandosi sul gol del Copenaghen e sbagliando praticamente tutto. In ritardo su ogni pallone e con la testa chissà dove, il Chiello non azzecca niente, dall’impostazione al posizionamento in campo. Clamorosa, poi, la palla gol che riesce a divorarsi a 2 metri dalla porta. Un po’ meglio nella ripresa, ma la sostanza non cambia. Che fine ha fatto il Chiellini delle prime uscite e, soprattutto, delle ultime due annate?\r\n\r\nLichtsteiner 6-: Prova, finché in campo, a dare tutto, spingendosi in avanti ed arrivando al cross. Mai tuttavia pericoloso, il terzino svizzero non riesce ad imporsi come nelle prime uscite, manifestando, forse, un leggero periodo di calo.\r\n\r\nVidal 5.5: Poco lucido e un po’ in confusione, stasera il centrocampista cileno non è sceso in campo con la solita cattiveria. Le palle recuperate sono state pochissime, così come i passaggi riusciti. Nella notte buia di Copenaghen una prestazione un po’ al di sotto ci può stare.\r\n\r\nPirlo 6: Partita sufficiente quella del regista bresciano, che si è limitato a far circolare la palla e a verticalizzare, quando possibile, per le punte. Poco incisivo dal limite, poteva più di una volta tirare verso lo specchio e creare qualche pericolo a Wiland. Unica azione “alla Pirlo” il lancio millimetrico sopra la difesa servito a Tevez.\r\n\r\nPogba 6.5: Molto più convinto rispetto a sabato sera, l’enfant prodige francese si rende autore di una buona partita, gestendo molto bene la palla e inventando qualche buona giocata. Per quello che si è visto stasera in campo, uno dei migliori.\r\n\r\nPeluso 6-: Evidentemente non gli portano bene le prime uscite stagionali con la maglia bianconera; l’anno scorso una sconfitta con la Sampdoria, stasera un pareggio (che sa di sconfitta) col Copenaghen. Poco presente nelle manovre offensive durante il primo tempo, nella ripresa si rende più propositivo, spingendosi maggiormente in avanti e andando spesso al cross. Proprio grazie ad un suo cross è arrivato il gol del pareggio.\r\n\r\nTevez 7: In assoluto il migliore dei suoi, sempre con la bava alla bocca e con la voglia di fare. Nonostante sia arrivato solo 3 mesi fa infatti, sembra già aver appreso da Conte il modo giusto di aggredire gli avversari e di attaccare la palla. Costantemente al centro delle giocate più pericolose, ha solo un’occasione per insaccare la rete, ma nell’uno contro uno con wiland si lascia ipnotizzare dal portiere avversario sparandogli addosso il pallone del possibile pareggio. Peccato per la zampata finale uscita di poco a lato.\r\n\r\nQuagliarella 6.5: E’ poco presente durante tutto il primo tempo, ma nella ripresa decide di scendere in campo con più voglia di fare. L’impegno gli frutta subito un gol (eccezionale), e da lì la sua partita cambia: gioca di sponda, allarga il gioco e si fa vedere in area. Puntuale sul cross dalla sinistra di Peluso, si fa trovare pronto anche sulla palla di Lichtsteiner dove, da vero bomber di razza, stampa sulla traversa il pallone dell’1-2 con un gran colpo di testa. Con questa buona prestazione sembra essersi guadagnato un posto in pole per una maglia da titolare contro l’Hellas.\r\n\r\nDe Ceglie S.V.\r\n\r\nGiovinco S.V.\r\n\r\nIsla S.V.\r\n\r\nFoto Getty Images – Tutti i diritti riservati