Le condizioni di Douglas Costa e Pjanic: uno ci sarà con l’Atletico, l’altro no

Il bollettino medico ufficiale della Juventus

atletico juventus condizioni douglas costa pjanic

Alla vigilia di Atletico Madrid-Juventus, il club bianconero ha diramato contestualmente al resoconto dell’allenamento, un bollettino medico sulle condizioni di Miralem Pjanic e Douglas Costa. Il centrocampista bosniaco sarà regolarmente in campo al Wanda Metropolitano, mentre il brasiliano non c’è nulla da fare, anzi… Come si temeva, il suo stop sarà abbastanza lungo: tra due settimane sarà sottoposto ad altri esami per definire con precisione il recupero. Insomma, potrebbe tornare in campo fra 3-4 settimane totali.

“Gli esami diagnostici eseguiti questa mattina al J|Medical – si legge nella nota – non hanno evidenziato lesioni muscolari per Pjanic che già oggi ha svolto un allenamento differenziato in campo. Douglas Costa invece – continua il comunicato – ha riportato una lesione muscolare di medio grado al muscolo semimembranoso della coscia destra; tra 15 giorni verranno effettuati nuovi controlli per definire con precisione i tempi di recupero”.

Atletico Madrid-Juve: formazione bianconera fatta

Pjanic, dunque, sarà regolarmente in cabina di regia con Khedira e Matuidi mezzali, mentre in avanti al posto del brasiliano giocherà quasi certamente Bernardeschi. Ok anche Gonzalo Higuain, che sarà regolarmente al centro dell’attacco, dopo aver smaltito la botta rimediata alla coscia contro la Fiorentina.

Matuidi: “Vogliamo fare una grande Champions”

Anticipando alcuni temi di Atletico Madrid-Juventus, oggi Blaise Matuidi ha dichiarato: “Conosciamo l’importanza delle partite di Champions League, andiamo a Madrid per cercare il risultato, abbiamo una squadra che può fare grandi cose, ma giocare in casa dell’Atletico, che conosciamo bene, non è mai facile. Li abbiamo incontrati in amichevole la scorsa estate – le parole riportate da Juventus.com – , ma sarà differente: sappiamo che l’Atletico è una squadra molto difficile da affrontare. Ci sono molte squadre che possono vincere la Champions, e noi siamo fra loro. Tutto può succedere, vogliamo fare qualcosa di grande, affrontando la competizione match dopo match”.

Quanto al match deludente contro la Fiorentina, invece, il campione del mondo prova a scovarne le motivazioni: “Non è mai facile contro la Fiorentina, inoltre arrivavamo dalla pausa, molti di noi hanno viaggiato con le loro Nazionali. Ma non cerchiamo scuse: non abbiamo giocato la nostra gara migliore, lo sappiamo; possiamo fare meglio, adesso dobbiamo lavorare per migliorare la nostra condizione. Quanto al cammino in campionato, non guardiamo alle avversarie, ma pensiamo al nostro impegno quotidiano, e a conquistare lo Scudetto match dopo match – conclude – , adattandoci al meglio alle differenti situazioni che arriveranno”.