in

Collina: “si va avanti con i giudici di porta”

collina_pierluigi«I giudici di porta avrebbero aiutato l’arbitro a vedere meglio». Pierluigi Collina, designatore arbitrale, si esprime così sul ‘fattacciò che ha condizionato lo spareggio Francia-Irlanda per la qualificazione ai Mondiali 2010. I transalpini hanno ottenuto il ‘pass’ per il Sudafrica ai supplementari grazie al gol del pareggio di Gallas viziato da un fallo di mano di Henry. Un episodio che secondo Collina ribadisce la necessità di portare avanti l’esperimento dei giudici di porta. «La tecnologia oggi marcia a velocità molto superiore rispetto a quanto l’uomo possa migliorare se stesso – dice Collina a ‘Radio Anch’io Lo Sport -. Va trovata una soluzione, è impensabile continuare così e il primo passo da fare è l’introduzione dei due giudici di porta che nella fattispecie di Parigi avrebbe aiutato o potuto aiutare l’arbitro a vedere meglio quell’episodio», sottolinea Collina. «L’episodio di Henry dura pochi centesimi di secondo, l’arbitro magari può intuire quello che è accaduto dalla reazione dei giocatori, ma puo capitare di non vedere qualcosa in campo», osserva l’ex arbitro internazionale.\r\n\r\nCredits: ADNKRONOS\r\nFracassi Enrico – Juvemania.it