Interviste Video Juventus

Chiellini: “Dietro me, Bonucci e Barzagli ci sono 10 anni di vuoto” [VIDEO]

Giorgio Chiellini osipte del compagno Wojciech Szczęsny e di Łukasz Wiśniowski nel programma polacco “Prosto w Szczenę”: gli spunti più interessanti

Giorgio Chiellini, difensore della Juventus, è stato ospite di Wojciech Szczęsny e Łukasz Wiśniowski nel programma polacco “Prosto w Szczenę”. Diversi i temi trattati dal capitano bianconero, rigorosamente in inglese, a partire dai suoi inizi nel mondo del calcio: “Non è stata una scelta – ricorda – , il calcio è la mia passione e ho iniziato a giocare quando avevo cinque anni. Sono stato fortunato, perché ho avuto la possibilità di farlo, è stato un lungo viaggio, ho iniziato a capire che potevo diventare un professionista all’età di 15-16 anni, sono cresciuto e sono migliorato anno dopo anno. Mio padre giocava a calcio, non a livello professionistico, ma giocava per passione nei weekend, con gli amici”. Di recente, Chiellini è stato al centro di una polemica per aver affermato che il “guardiolismo” ha fatto sostanzialmente sparire i difensori “marcatori”: “Da 5-10 anni in Italia non abbiamo difensori di livello internazionale, non è normale. Certo, dobbiamo imparare dai migliori allenatori, però al contempo è importante mantenere le nostre qualità. Prima vedevi i difensori italiani come Gentile, Scirea, Bergomi, Baresi, Maldini, Costacurta, Cannavaro, Nesta, Materazzi… e adesso arrivi alla mia generazione, ci sono Barzagli e Chiellini, Bonucci di 3 anni più giovane, e poi quasi dieci anni di niente. Ci sono Romagnoli, Rugani, Caldara – spiega – che però sono nati nel ’94-’95”.

Dopo tanti anni da leader “secondario” dello spogliatoio della Juve, oggi Chiellini indossa la fascia di capitano e lo fa cercando di aiutare le nuove leve che giungono in prima squadra alla Juventus e nella nazionale maggiore italiana. “Penso che sia un po’ naturale. Marcello Lippi una volta ha detto una frase che è molto importante per me. Il campione, qualcuno che gioca grandi partite, il fuoriclasse, è qualcuno che gioca e aiuta gli altri giocatori a raggiungere un livello superiore. Penso sia vero. Ho giocato con Cannavaro, Pirlo, Buffon e non si tratta solo della loro qualità. Il loro segreto – evidenzia ancora – era la determinazione a migliorare costantemente il loro livello. Hanno aiutato la squadra, non solo a difendere, parare o attaccare, ma anche qualcosa di più. È difficile diventare leader da soli, è più facile imparare da qualcun altro. Ci sono sempre 3-4 giocatori nello spogliatoio, che sono leader e un esempio per i più giovani. Quando finisci tu, la prossima generazione sta aspettando. Guardi i leader e quando se ne vanno, non hai altra scelta che prende il loro ruolo”. A proposito di Buffon, ricorda ancora: “In Nazionale urlava peggio che alla Juventus, era sempre più teso. Ma è utile avere alle spalle uno che ci aiuta non soltanto con le parate ma pure a parole”.

Chiellini: “Sono calmo ma in campo mi trasformo”

Con il ritorno di Bonucci, intanto, si è ricomposta alla Juventus la BBC con Chiellini e Barzagli, anche se quest’ultimo ora gioca molto poco: “Siamo complementari, quando giocavamo nella difesa a tre eravamo vicini alla perfezione. Non avevo bisogno di vedere Leo o Andrea, sapevo tutto di loro, le loro migliori qualità e i loro punti deboli”. Fuori dal campo è un gentleman, ma durante i 90 minuti non fa sconti a nessuno degli avversari: ecco il ritratto di Chiellini. “In campo mi trasformo, è naturale. E ora sono anche più calmo di quando era giovane. Devo trovare un nemico ad ogni partita, per un difensore la sfida contro l’attaccante è fondamentale. In serie A ce ne sono molti: Higuain, Icardi, Dzeko…”. Infine, una battuta sui complimenti di Mourinho: “Ad Harvard mi piacerebbe andarci per un master in economia, non per tenere una lezione sulla difesa…”.

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi