Cessione de Ligt: tutto fermo, sabato Pimenta a Torino

Chelsea e Barcellona non si sono ancora avvicinate alle cifre chieste dalla Juventus

de ligt cessione juve

La cessione di Matthijs de Ligt da parte della Juventus è in stallo. I contatti avuti fin qui dal club bianconero con Chelsea e Bayern Monaco ad oggi non hanno portato a nulla. L’edizione odierna di Tuttosport, conferma sostanzialmente quanto riferito nei giorni scorsi dal nostro Mirko Nicolino, ovvero che nessuno sia arrivato alle cifre richieste dalla Juve per il cartellino del difensore centrale olandese. I Blues hanno fatto fin qui proposte poco allettanti (tra cui 40-45 milioni più Werner o altre contropartite), facendo capire di non voler andare oltre i 70 milioni, almeno in questo momento.

De Ligt: sabato Pimenta a Torino per sbloccare la cessione?

Il Bayern, dal canto suo, avrebbe messo sul piatto una cifra insufficiente e una contropartita non interessante per la Signora (Pavard). De Ligt rimane però in cima ai desideri di Thomas Tuchel, che in una sola sessione ha perso Rudiger, Christensen e Azpilicueta. Sabato si farà il punto della situazione con Rafaela Pimenta, avvocato dell’agenzia Raiola, che sarà a Torino per accompagnare Paul Pogba, atteso per visite mediche e firma.

La Juve lavora sulle alternative

Intanto, la dirigenza continua a lavorare per non farsi trovare impreparata in caso di cessione: il nome più caldo è Kalidou Koulibaly (oggi vertice con l’agente Fali Ramadani), ma attenzione sempre a Badiashile e Gabriel. Più indietro le altre alternative. C’è chi dice che la Juve alla fine farà due difensori centrali in caso di partenza di de Ligt: benissimo, dovrebbe però partire anche uno tra Gatti o Rugani, poiché il totale dei centrali in lista deve fare sempre 4. E c’è sempre Danilo pronto all’occorrenza…