Caso Berardi: l’Inter vuole l’intervento della giustizia sportiva?

Domenico Berardi

Caso Berardi: ora potrebbe intervenire la giustizia sportiva su richiesta dell’Inter. È quanto prospetta oggi il ‘Corriere dello Sport’. La giornata di ieri è stata molto importante per il futuro del centravanti calabrese del Sassuolo. Ci sono infatti state due dichiarazioni che ancora oggi stanno facendo molto discutere.

“Berardi? Non c’è nessun accordo scritto ma una promessa verbale. Non credo che vada all’Inter, io ho parlato con Squinzi e Carnevali che sono due persone serie”, ha detto il dg bianconero Giuseppe Marotta presente al J Medical. Come stanno le cose? La Juventus, un anno fa, ha ceduto la sua metà di Berardi al Sassuolo per 10 milioni, mantenendo, scrissero allora tutti i giornali, un diritto di riacquisto a 15-16 milioni.

Non è mai stato chiaro se la clausola fosse stata inserita nel contratto o sia rimasta puramente teorica. Fatto sta che nei giorni scorsi, Juve e Sassuolo avevano raggiunto l’intesa per il trasferimento di Domenico Berardi a Torino in cambio di 25 milioni. Il giocatore, nonostante una telefonata di Allegri, ha preferito rimanere a Sassuolo, ma ora c’è un’offerta dell’Inter, squadra per cui tifa da bambino, che lo alletta.

Caso Berardi: legali Inter al lavoro

Il suo agente spingerebbe per il trasferimento, ma senza l’ok della Juve, il centravanti del Sassuolo non potrebbe diventare nerazzurro. Dalle parti di Milano sono andati su tutte le furie, mettendo in moto l’ufficio legale. Gli avvocati dell’Inter vogliono capire quale sia il diritto che la Juventus vanta su Berardi e sollecitare un’eventuale intervento della Procura Federale di Stefano Palazzi. In Italia, infatti, il diritto di “riacquisto” non sarebbe contemplato.