Casini: “Scudetto 2019-2020 alla Juventus? No, ecco cosa volevo dire”

Il senatore che con la collega Fedeli ha presentato un’interpellanza per l’assegnazione dei titoli sportivi spiega la sua posizione

casini scudetto juventus

Pierferdinando Casini, senatore che nei giorni scorsi ha presentato assieme alla collega Valeria Fedeli un’interpellanza per l’assegnazione dei titoli sportivi, chiarisce la sua posizione sullo scudetto 2019-2020 alla Juventus. Intervistato dalla trasmissione ‘Un Giorno da Pecora’, Casini ha sottolineato: “La proposta si riferisce ai movimenti sportivi che hanno deciso di bloccare i campionati: volley maschile e femminile, basket maschile e femminile, rugby. È chiaro – aggiunge a Radio 1 – che tra questi non c’è il calcio, in quanto tutti gli organismi internazionali e nazionali hanno già deciso di concludere i campionati di questa stagione sportiva. Vinca il migliore dunque: se la Juventus vuole rivincere lo scudetto, lo dovrà fare sul campo”.

Caro Casini, chi ha detto che si torni in campo di sicuro?

Una dichiarazione non proprio corretta quella del senatore, poiché gli organismi nazionali e internazionali non hanno ancora deciso nulla di definitivo. Nelle riunioni con l’Uefa e in Lega Serie A si è solo rinviata la questione a quando i decreti governativi lo consentiranno, poiché al momento gli atleti non possono nemmeno allenarsi. Non è affatto detto, dunque, che i campionati di calcio saranno conclusi e anzi sono diversi i club che auspicano che non si giochi più, come ribadito oggi dal dg dell’Udinese, Pierpaolo Marino.