in

Capello difende Allegri: “Quattro scudetti e due finali di Champions, pensate sia facile?”

capello allegri

Fabio Capello difende Massimiliano Allegri: l’ex tecnico bianconero sta dalla parte dell’attuale allenatore della Juventus, che ha dalla sua parte i risultati. A chi accusa il mister livornese di non “fare spettacolo”, Capello risponde senza mezze misure: “Allegri fa fare alla sua squadra quello che deve: vincere. Certa gente pensa che sia facile? Quattro scudetti e quattro Coppe Italia, due finali di Champions… Credo che in questi anni – aggiunge – i tifosi che si sono divertiti di più siano quelli della Juve”. Insomma, il “calcio champagne” senza risultati avrebbe sicuramente scontentato i supporters della Vecchia Signora, club il cui motto è “vincere à l’unica cosa che conta”.

Grande ammiratore di Cristiano Ronaldo, l’ex allenatore oggi commentatore televisivo non ritiene però il portoghese il più forte al mondo: “Con lui il Real cominciava sempre da 1-0. Finora in bianconero non è successo – ammette Capello – , ma se a breve come mi aspetto tornerà quello degli ultimi anni può fare la differenza. Del resto, è stato preso per questo. CR7 è il migliore di tutti i tempi? No. Grande giocatore, grande goleador, ma a livello tecnico il genio è Messi”.

Capello-Agnelli: i rapporti post Calciopoli

Quanto alla corsa Champions, la Juve per Capello non parte in pole position come dicono i giornali: “No ma lo metto tra le prime quattro, con Real Madrid, Barcellona e Manchester City”. Infine, una battuta sul suo rapporto con il presidente Andrea Agnelli: “Siamo ottimi amici, in questi anni ha dimostrato grandi qualità e non soltanto in Italia, non dimentichiamo quello che sta facendo con l’Eca. Mi ha rimproverato dopo il 2006? Mai. Ma all’epoca non era al vertice del club”.