Caldara allontana il Milan: “Juve, voglio essere all’altezza”

caldara juve

Mattia Caldara è pronto a debuttare in Juventus-Bayern Monaco, prima gara dei bianconeri in International Champions Cup 2018. In Italia si parla tanto del suo possibile trasferimento al Milan nell’affare Bonucci, ma l’ex centrale dell’Atalanta è concentrato sul lavoro sul campo fatto in questi giorni agli ordini di Massimiliano Allegri e il suo staff: “Allegri ha dei concetti molto interessanti che proverò a capire da subito. Abbiamo lavorato su alcuni movimenti della fase difensiva – dichiara a Sky Sport – , sul fuorigioco. Io sono due anni che dietro gioco a 3, adesso giochiamo a 4, è una cosa un po’ diversa. Ma mi riabituerò in fretta”.

Domani, nella notte di Philadelphia la Juve sosterrà la prima vera amichevole dell’estate 2018 e per Caldara sarà il debutto assoluto con la maglia della Vecchia Signora: “Sarà una partita molto difficile – ammette – , dal punto di vista fisico e anche con il fuso orario non sarà facile. Credo che possiamo dimostrare di esserci già Io voglio far vedere di essere all’altezza”. Sulla trattativa, vera o presunta con il Milan, invece, dribbla: “Fanno piacere le voci di mercato, sono felice qui. Sto bene qui, se ne occupa il mio procuratore“.

Caldara: “Studierò Ronaldo”

Mancheranno, ovviamente, i nazionali che non si sono ancora aggregati alla squadra, tra i quali anche Cristiano Ronaldo, il colpo che ha letteralmente rivoluzionato l’estate bianconera. Per la Juve è stata un’iniezione di fiducia e visibilità del brand, ma Caldara sottolinea anche la grandezza dell’atleta: “L’accoglienza che ha ricevuto è stata giustificata, per il giocatore che è e per tutto quello che ha dimostrato in questi anni. Giocare con lui per me è un onore e proverò ad imparare il più possibile, cercando di capire come si allena. Avere un fisico così a 33 anni – conclude il difensore – è davvero incredibile”. E del resto i numeri dicono che CR7 non abbia un fisico da 33enne, bensì quello di un ventenne.