Calciomercato Juventus

Calciomercato Juventus: le trattative del 30 gennaio 2012 (Nainggolan, Candreva, Grosso, Marrone, Bouy)

Scritto da Redazione JM

Oggi è il giorno di Radja Nainggolan: la Juventus, infatti, darà l’assalto finale al centrocampista belga del Cagliari con un’offerta di circa 10 milioni più due giocatori. Al club di Massimo Cellino, a meno di sorprese, andrà subito un centrocampista tra Parolo e Marrone (ma non è escluso che vi finiscano tutti e due). Dichiarato più volte incedibile da Conte, ora Marrone sarebbe sacrificato per accontentare il tecnico bianconero, mentre Marotta lavorerà per rendere più semplice lo sbarco sull’isola di Parolo: al Cesena andrebbe Pajtim Kasami già prelevato dal Fulham dalla Vecchia Signora.

Ieri tra Juventus e Cagliari ci sono stati solo contatti telefonici, mentre oggi ci sarà la trattativa vera e propria. Cellino, intanto, da vecchia volpe del calcio, ieri ha frenato ufficialmente sulla trattativa: “Sapete cosa ha detto Cossu a Nainggolan? Se vai via sei come Schettino. E poi lui non vuole andare via. Marotta si tenga Matri, altri non ne avrà. Siamo contati, non possiamo dare via nessuno”. Alla fine, però, l’affare si farà con la formula del classico prestito oneroso con diritto obbligatorio di riscatto. Nell’affare entreranno più contropartite tecniche: la seconda metà di Ekdal, ma non è escluso l’inserimento di Sorensen (ora in prestito a Bologna) e del baby brasiliano Gabriel Appelt. Non è ancora del tutto fuori dall’affare l’attaccante Ciro Immobile, da ieri a metà fra Juventus e Genoa.

Come soluzioni d’emergenza, in caso saltasse Nainggolan, il direttore generale della Juventus tiene ancora calde le piste Parolo, Candreva, Pizarro e Palombo. Nel caso invece partisse Marrone, invece, Michele Pazienza rimarrebbe a Torino (lo cercano Lazio, Udinese, Genoa e Napoli).
Dopo Amauri si è accasato anche Christian Pasquato, che ieri ha sostenuto già il primo allenamento con il Torino: prestito secco, la formula concordata tra i due club, con il ragazzo entusiasta della soluzione. “Quello che ci tengo a dire è che sono arrivato qui con grande entusiasmo perché avere la possibilità di vestire la maglia del Toro a 22 anni è un'opportunità unica. Ora sono al Toro e la Juve l'ho messa 'da parte': sono un professionista e voglio dare il massimo per questa maglia”, ha spiegato Pasquato durante la presentazione.

Rimarrà a Torino, invece, Fabio Grosso che ha rifiutato le ipotesi Lecce e Novara per giocarsi, di comune accordo con Conte, le proprie chance di tornare a in campo con la maglia bianconera.
Mercato in prospettiva. Marotta, Paratici e il loro staff hanno ieri perfezionato un grande colpo: all’Ajax, con la collaborazione di Mino Raiola, è stato prelevato Ouasim Bouy (nella foto), 18enne centrocampista in scadenza di contratto che sbarcherà subito a Torino e sarà aggregato alla Primavera.

14 Commenti

  • Calma ragazzi ma chiediamoci come mai so nangolang lo trattiamo solo noi…ma dai siamo seri…ce ne siamo innamorati perche ci hanno fatto il lavaggio del cervello..adesso e diventato un campione ma per favore va….

  • Io Dico Marrone tutta la vita, al posto di Nainggolan, bisogna solo dargli fiducia, il carattere e le qualità non gli mancano. Ma xchè i nostri sono giovani fino ai 25/26 anni quando in Spagna i giovani della cantera del barca diventano titolari a 20/22 anni?? Il Belga è di sicuro un valido giocatore ma non li vale di sicuro 15MLN. Meglio tenerci Pazienza e puntare su Marrone. E poi ne riparliamo a Giugno per un centrocampista.

  • Fino ad ora la società in accordo con Conte ha operato bene, difficile che si privi di Marrone e spero sinceramente che Nainggolan non venga pagato più di 8-9 milioni perchè sarebbe un furto, 15 milioni sono la valutazione che i russi danno al giocatore..logicamente per convincere qualcuno a trasferisrsi dalla serie A al campionato russo devono puntare sul cash.\r\nCi possono stare delle contropartite ma occhio a non farsi prendere per il collo, piuttosto fiducia a Marrone, Appelt Pires e un Pizarro in prestito fino a giugno sperando che il ginocchio non faccia le bizze proprio quando ci servirà…ed a Giugno con i soldi risparmiati si punti su qualcuno che valga già 15 milioni.

  • Ok Nainggolan, buon centrocampista ..ma solo alle “oneste” condizioni. Non facciamoci derubare da Cellino e soprattutto non regaliamo i nostri giovani in cambio di un calciatore che non è certo un fenomeno e che non ha mai dimostrato entusiasmo nel vestire i nostri colori.

  • Vedo di essere in minoranza ma io sono un estimatore di Naingollan da tempo. Ritengo che sia veramente l’uomo giusto per mantenere alto il livello del nostro centrocampo, che è anche il nostro punto di forza quest’anno. Certo, sul prezzo e le contropartite non saprei esprimermi. Purtroppo quando si arriva con l’acqua alla goal a poche ore dalla chiusura del mercato senza ancora aver risolto l’arcano, le conseguenze sono chiaramente che sei costretto a perderci qualcosa. Tra l’altro questa è l’ennesima conseguenza di un mercato estivo assolutamente pessimo. E non finirò mai di dirlo: Martinez, Elia, Motta, Toni,Bonucci; fate una bella somma e ditemi a chi saremmo potuti arrivare con gli stessi soldi.

  • Cellino è una volpe…quando fiuta l’affare lo ottimizza eccezionalmente: la Juventus deve chiudere per Naingolan se Conte lo chiede ma deve pesare bene quanto mette sulla bilancia poiché, a mio avviso, per meno si trovano altri buoni calciatori.

  • @enzo Non c’è bisogno di spiegazioni…rapporti politici interni a Lega e Federcalcio,e di certo chi conta di più non è Marotta nè Agnlli.Inoltre da non dimenticare che le partite della A vanno su Sky,ma anche su Mediaset Premium!Maledetto chi non ha voluto fare la legge sul conflitto di interesse,ma questa è un’altra storia.

  • “Marrone via in prestito? No, ho posto un veto che risale a inizio stagione. Io l’ho allenato lo scorso anno al Siena e mi colpì subito per la sua grande personalità. Nel momento in cui c’è stata l’opportunità di continuare ad allenarlo anche alla Juve l’ho fatto volentieri. Io e la società crediamo molto in lui, un calciatore che rappresenta il presente e il futuro bianconero. L’importante è che resti umile e che continui a lavorare tanto anche andando in tribuna. Adesso per lui arriva la parte più dura, quella della conferma“.\r\n\r\nAntonio Conte dixit…vediamo che succede.

  • Lasciamo fare a Conte. Ma Marrone non glielo dobbiamo dare. Perché è forte ma soprattutto perché in una trattativa bisogna mettere dei paletti: si era detto che non si muoveva, non si può cedere all’ultimo giorno. Altrimenti non sei più credibile. Sorensen, Ekdal, Immobile, Parolo, anche Appelt (in prestito secco, però), vanno bene; ma Marrone no.

  • Son d’accordo con Manuel….nainggolan è un ottimo giocatore,certo,ma c’è un limite a tutto.Alessandro Magno, e se ci fidassimo un po di più di Marrone?;)

  • Mi sa che di questo passo Cellino chiede pure un fegato e un rene. Ma basta…. 15 Mln per un semisconosciuto che non è nemmeno titolare in nazionale e non mi sembra stia salvando il Cagliari da solo… Buono si certamente ma tutto da dimostrare. Per puntare a traguardi prestigiosi servono certezze. Chi mette la mano sul fuoco che nainggolan le possa dare? Suvvia…..

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi