Calciomercato Juventus: assalto a Jorginho dipende dal risultato col Lione

L’acquisto del centrocampista legato al destino del suo mentore Sarri

calciomercato juventus jorginho lione

Dopo l’arrivo di Arthur, la Juventus cerca un altro centrocampista per chiudere sostanzialmente il calciomercato 2020 in mediana e il nome in cima alla lista di Paratici è quello di Jorginho. L’italo-brasiliano vuole fortemente rientrare in Italia e la Juve è destinazione assai gradita, ma devono incastrarsi alcune situazioni. Non ci sarebbe nessun problema a trovare l’accordo economico con il calciatore, che firmerebbe un quadriennale da circa 6 milioni l’anno, più o meno quanto percepisce oggi a Londra, ma non basta.

Calciomercato Juventus: Paratici non va oltre 40 milioni

C’è per prima cosa da convincere il Chelsea, la cui posizione si sarebbe comunque ammorbidita negli ultimi tempi. Il manager dei Blues, Frank Lampard, non lo considera uno degli incedibili nonostante le 44 presenze e i 7 gol messi a segno nella stagione da poco conclusa. Pagato 60 milioni nell’estate del 2018, gli inglesi vorrebbero incassare pressappoco la stessa cifra per fare plusvalenza, ma Fabio Paratici non intende andare oltre i 40 milioni, magari inserendo in mezzo una contropartita tecnica (negli ultimi tempi si è parlato anche di Doulas Costa come contropartita).

Sarri confermato ufficialmente ma…

Molto, però, dipende anche dal destino di Maurizio Sarri. Ufficialmente sia Fabio Paratici sia Andrea Agnelli (che però non lo hanno mai nominato direttamente ma hanno parlato genericamente di progetto) hanno confermato il tecnico ex Napoli e Chelsea, ma continuano a circolare quelle voci secondo cui un’eventuale eliminazione dalla Champions venerdì contro il Lione andrebbe ad inasprire una situazione che a livello di rapporti non sarebbe già di suo rosea. La vittoria del campionato, il più scadente dei 9 consecutivi per punti realizzati gol subiti e altri record negativi, non basterebbe infatti a rassicurare la dirigenza bianconera sulla tenuta in vista della stagione 2020-2021. Agnelli vuole fortemente il 10° scudetto consecutivo, la sua stella personale, e se per per raggiungerlo dovesse passare dall’addio di Sarri, lo farà.