Calciomercato Juve: idea Eriksen a costo zero, Perin ora è un caso

Il mercato della Juve tra presente e futuro: Perin rischia 6 mesi di tribuna

calciomercato juve eriksen perin

La Juve vuole proseguire sulla via dei parametri zero e mette nel mirino Christian Eriksen, 27enne centrocampista danese in scadenza col Tottenham. Dopo Pirlo, Pogba, Khedira, Dani Alves, i più recenti Emre Can, Rabiot e Ramsey, la Vecchia Signora fiuta insomma un altro colpo a costo quasi zero (sì, perché in questi casi ci sono solitamente da pagare profumate commissioni). Secondo il Daily Mail, infatti, nonostante le avances di Manchester United e Real Madrid, il Tottenham ha fatto di tutto pur di trattenere Eriksen a Londra.

Calciomercato Juve: il piano per Eriksen

Ora, però, per il club inglese viene la parte più difficile, perché senza un prolungamento di contratto, a partire dal 1° febbraio 2020 il danese si potrà accordare a parametro zero con un altro club. Il Tottenham pare gli abbia proposto un prolungamento con tanto di aumento da 4,5 a 11 milioni l’anno, ma al momento di fumata bianca non se ne parla. Maurizio Sarri è letteralmente innamorato di Eriksen, tanto da averlo chiesto già in questa sessione di calciomercato, ma era ormai troppo tardi per muoversi su questo versante visto che le operazioni in Inghilterra si sono concluse l’8 agosto. Fabio Paratici si starebbe muovendo nell’ombra e avrebbe già avuto contatti con l’agente del centrocampista per portarsi in pole position in vista dell’inizio del prossimo anno solare.

Niente Monaco: Perin in tribuna per 6 mesi?

Intanto, la dirigenza Juve deve fare i conti con l’ennesimo stop sul fronte Mattia Perin. Dopo Benfica e Aston Villa è saltata anche la trattativa con il Monaco. Lo riferisce il Corriere dello Sport, che sottolinea come la cessione dell’estremo difensore, ancora infortunato ad una spalla, sia sempre più difficile. Avendo già tre portieri la Juventus, Perin rischia ora di rimanere fuori da entrambe le liste (Serie A e Champions) fino al prossimo mese di gennaio. Un altro stipendio da pagare a vuoto per i campioni d’Italia.