Calciomercato Juve: con Donnarumma arriva anche Calhanoglu?

Non solo il portiere, la Juventus continua a lavorare anche per il fantasista turco del Milan

calciomercato juve donnarumma calhanoglu

Le voci di calciomercato che accostano Gianluigi Donnarumma alla Juve sono ormai consolidate. E non è un caso che nelle ultime 24 ore il Milan abbia fatto sensibili passi avanti per Mike Maignan del Lilla. Con l’estremo difensore francese, 25 anni, i rossoneri hanno ormai un’intesa di massima, ma aspettano l’ultima riposta da Mino Raiola in merito all’offerta da 8 milioni di euro (+1 rispetto allo stipendio attuale). Prima di passare dalla sede del Milan, l’agente italo-olandese è passato però dalla Continassa, ottenendo l’ok alla richiesta di 10 milioni di euro. Insomma, la Juventus è disposta a dare quello che Raiola chiede, ragion per cui Donnarumma dovrebbe trasferirsi in bianconero al termine di questa stagione (magari con il fratello Antonio a pacchetto).

Calciomercato Juve: Calhanoglu pallino di Paratici

Il condizionale è d’obbligo, perché nessuna trattativa può dirsi conclusa fino all’annuncio ufficiale. Sta di fatto che nelle ultime ore sono tornate a circolare voci anche su un altro calciatore del Milan in chiave Juve. Si tratta del fantasista turco Hakan Calhanoglu. Il 27enne compagno di nazionale di Demiral chiede 5 milioni per rinnovare con il Diavolo, ma Gazidis e Maldini non vogliono andare oltre i 4 milioni più bonus. Anche in questo caso, la Juventus sembra disposta ad accontentare il calciatore, che nello scacchiere bianconero dovrebbe prendere il posto del gallese Ramsey.

Doppio sgarbo bianconero al Milan

Calhanoglu è stato a lungo un obiettivo di Fabio Paratici ai tempi in cui vestiva la maglia del Bayer Leverkusen. Poi però non se ne fece nulla, ma la possibilità di tesserarlo a parametro zero è ritenuta una ghiotta occasione per il CFO bianconero. In un solo colpo, dunque, la Juventus potrebbe strappare al Milan due dei suoi calciatori attualmente più rappresentativi e per giunta a parametro zero. Elementi che ovviamente i rossoneri dovranno sostituire aprendo il portafogli per cartellini e rispettivi ingaggi.