Calciomercato Juve: il caos alla Fiorentina avvicina Vlahovic

Per il centravanti serbo la Fiorentina chiede 50-60 milioni, la Juventus rimane vigile

calcioemrcato juve vlahovic

Il calciomercato della Juve, soprattutto per quel che riguarda l’attacco, potrebbe passare attraverso il caos che sta vivendo in queste ore la Fiorentina. Gennaro Gattuso sembra aver già rotto con il patron Rocco Commisso per divergenze sul mercato con il suo agente Jorge Mendes. Le ultime indiscrezioni parlano di un  Rudi Garcia pronto a prendere il posto del tecnico calabrese, che andrebbe via senza mai essersi seduto sulla panchina del club toscano. Un caos che si potrebbe ripercuotere anche a livello di operazioni in uscita.

Calciomercato Juve: perché piace Vlahovic

Il nome più caldo è quello di Dusan Vlahovic, centravanti classe 2000 che piace molto alla Juventus e per il quale però Commisso chiede almeno 50-60 milioni. Trovare l’intesa con il nazionale serbo non sarebbe difficile, ma più complicato sarebbe convincere la Fiorentina con una formula tipo quella di Federico Chiesa. Alla Juve, comunque, il serbo piace tantissimo perché è giovane, conosce già molto bene il campionato italiano e quest’anno ha dimostrato anche di essere migliorato sotto porta. Dopo aver rinnovato il prestito di Alvaro Morata per un altro anno, insomma, la Vecchia Signora vigilia su quanto accade in casa viola. Non vengono però abbandonate le altre piste che portano ai vari Icardi, Milik, Gabriel Jesus e in extrema ratio Belotti.

Milenkovic subito o a zero tra 6 mesi?

Rimanendo sul fronte Fiorentina, alla Juve piace molto anche Nikola Milenkovic, difensore di 23 anni che è in scadenza nel 2022. Tra 6 mesi, dunque, la società bianconera lo potrebbe prendere a parametro zero per la stagione 2022-2023. Se Commisso volesse, però, la Juventus è anche disposta ad anticipare: fuori Merih Demiral per fare plusvalenza, Milenkovic sarebbe il nome giusto ma spendendo non oltre 10-15 milioni. La Fiorentina per ora ne chiede il doppio, ma sa che non potrà tirare troppo la corda, altrimenti perderebbe il ragazzo a zero.