Calciomercato: duello Juventus-Inter per Alaba ed Emerson Palmieri

Sfida Paratici-Marotta per il ruolo di terzino sinistro: entrambi lavorano sugli stessi obiettivi

calciomercato juventus inter alaba emerson palmieri

Per la nona stagione consecutiva Juventus e Inter stanno vivendo destini diametralmente opposti, eppure la rivalità continua ad essere alta in campo e sul calciomercato. Dopo otto scudetti consecutivi i bianconeri sono ancora in vetta alla classifica, mentre i nerazzurri dopo tanti investimenti un allenatore che guadagna quasi il triplo di Sarri, non riescono a migliorare i risultati del precedente tecnico. In campo non c’è stata storia, né all’andata né al ritorno, ma l’Inter non si dà pace e vuole cercare di rafforzare la rosa in vista della prossima stagione, quando Antonio Conte spera di giocarsela alla pari contro la squadra di cui è una bandiera.

Calciomercato Juventus: contesi all’Inter Alaba ed Emerson

Curiosamente, sia la Juventus sia l’Inter cercano esterni sul mercato e non è un caso che Marotta e Paratici seguano sostanzialmente gli stessi calciatori. Collaboratori per una vita, i due hanno idee sostanzialmente simili sulla ricerca dei calciatori e per la corsia sinistra stanno seguendo entrambi David Alaba ed Emerson Palmieri. Il primo, 28enne nazionale austriaco, ha comunicato la sua intenzione al Bayern Monaco di concludere l’esperienza in Germania con un anno di anticipo rispetto alla scadenza del contratto prevista per giugno 2021. Terzino sinistro in grado di giocare anche da centrale, Alaba unisce esperienza e tecnica, doti che farebbero molto comodo sia a Sarri sia a Conte.

Considerato che tra pochi mesi si potrebbe liberare a parametro zero, il Bayern non può chiedere la luna per il cartellino dell’austriaco, che però percepisce uno stipendio da 11 milioni lordi, tra 7-8 netti. Si tratta di una cifra che la Juve non vorrebbe spendere per un terzino, anche per questo preferirebbe chiudere con il Chelsea per Emerson Palmieri con il Chelsea. Il nazionale italiano è più giovane (25) ed ha uno stipendio più accessibile (3,9 milioni), anche se il contratto in scadenza nel 2022 consente ai Blues di marginare di più sul costo del cartellino. Su entrambe le strade, gli operatori di mercato danno l’Inter in vantaggio, ma è chiaro che i nerazzurri non li prenderanno entrambi e una volta fatta la scelta, inevitabilmente libererebbero l’altra.

Per la Juventus, ovviamente, molto dipenderà dal destino di Alex Sandro e da quello di Luca Pellegrini, di rientro dal Cagliari ma richiestissimo dai club con cui Paratici sta trattando degli scambi.