Buffon: “Fascia di capitano e numero di maglia, ecco cosa ho deciso” (VIDEO)

buffon intervista juve

Gianluigi Buffon ha parlato nel corso dell’inaugurazione del flagship store Juve di Milano. “Sono tornato qui per togliermi soddisfazioni e farlo con compagni che considero fratelli e i tifosi che mi hanno sostenuto per 20 anni. Le sensazioni che provo – ha ammesso ai microfoni dei giornalisti – sono quelle di un uomo felice, che nonostante i 42 anni è ancora emozionato”.

L’ex capitano conferma di essere tornato con umiltà e per svolgere un ruolo da comprimario: ecco le decisioni sulla maglia numero uno e la fascia di capitano, che gli erano state proposte dai compagni. “Prenderò il 77, a Parma mi ha portato fortuna. La fascia e il n°1? Non sono qui per togliere niente a nessuno. Ringrazio Szczesny e Chiellini, che per me è un fratello, per avermi proposto entrambe le cose. Ma io sono qui per farmi trovare pronto quando ci sarà bisogno”.

Buffon: “Ho parlato con Sarri, con Ronaldo no”

Non vuole sentir parlare di minutaggio e presenze SuperGigi Buffon, ma conferma di aver avuto un’ottima impressione dal nuovo tecnico Maurizio Sarri: “L’ho già incontrato, ho avuto la stessa impressione che ho avuto guardando la conferenza stampa”. Quanto all’amico Cristiano Ronaldo, invece, si devono ancora parlarsi: “Grazie al Paris Saint Germain ho avuto l’opportunità di giocare con Mbappé e Neymar, grazie alla Juve giocherò con lui. Non ci ho ancora parlato, ci ho parlato solo da avversario”. Infine, una battuta sull’ossessione Champions: “Iniziare l’annata soltanto con questo pensiero sarebbe il preludio ad un fallimento. In mezzo ci sono 10 mesi e tante partite”, conclude Buffon.