Bonucci zittisce Cuadrado: Pirlo, serve più polso nello spogliatoio

Brutto siparietto durante Lazio-Juventus, non è un bel segnale sulla tenuta dello spogliatoio

bonucci cuadrado lazio juventus pirlo

La Juventus ieri ha buttato letteralmente altri due punti contro la Lazio all’Olimpico. Una mezza battuta d’arresto che fa ancora più male per via dei risultati della concorrenza (pari per Milan, Inter e Atalanta). Insomma, su 7 partite i bianconeri ne hanno vinte 3 (di cui una a tavolino) e 4 pareggiate, di cui due contro avversari sulla carta nettamente inferiori. “Manca cattiveria, la voglia di arrivare a certi risultati”, ha dichiarato al termine della partita dell’Olimpico mister Andrea Pirlo. Parole che pesano come un macigno sui calciatori, ma anche su lui stesso, visto che solitamente il carattere della squadra rispecchia quello dell’allenatore.

Bonucci vs Cuadrado: Pirlo deve farsi sentire

Lo stile di Pirlo non si discute, ma forse è troppo morbido durante allenamenti e partite. Ogni tanto qualche urlo non farebbe male, come in occasione del battibecco di ieri tra il capitano Leonardo Bonucci e Juan Cuadrado. Al 62’, riportano le cronache, dopo un errore del difensore centrale che ha sbagliato un passaggio facile verso Danilo, il colombiano ha espresso disappunto e la risposta del numero 19 è stato il classico gesto col dito vicino al naso per zittire il compagno. Non una bella scena se ti chiami Juventus, laddove lo stile deve imperare all’interno del gruppo. E Bonucci lo dovrebbe sapere bene visto che in un’occasione, un allenatore con gli attributi come Massimiliano Allegri, lo ha seduto su uno sgabello in occasione di una partita importante.