Bologna-Juventus 0-2: le parole di Allegri e De Ligt

Il difensore arrabbiato con i compagni che non ci mettono “mentalità”

de ligt bologna juventus

Massimiliano Allegri è contento per la vittoria e la prestazione al termine di Bologna-Juventus. Intervenuto a DAZN, il tecnico livornese ha sottolineato l’importanza di fare tre punti dopo il pari di Venezia. “Era questione di riprendere a capire i momenti della partita – esordisce – oggi i ragazzi hanno fatto bene la fase offensiva, anche se potevamo sfruttare meglio alcune occasioni, e quella difensiva. Rispetto a Venezia siamo entrati in campo meglio come approccio, non bene come gestione della palla perché abbiamo regalato alcune situazioni pericolose. Però devo dire che la squadra ha fatto una buona partita, è una vittoria meritata che non ci deve far abbassare la guardia. Ora abbiamo Cagliari che ci servirà per prepararci al meglio per due mesi meravigliosi da giocare”.

Nella ripresa la sostituzione di un Arthur che comunque non ha fatto male. “Dobbiamo migliorare, Arthur prima della fine del primo tempo doveva tenere il pallone e non andare in verticale. Ma sono contento per approccio e cattiveria agonistica che hanno messo i ragazzi. Mercato? La rosa della Juventus è ottima. Bisogna migliorare questi giocatori che possono solo migliorare in autostima. Andremo avanti con questi cercando di migliorare i risultati. Oggi è un’ottima vittoria, nelle ultime cinque abbiamo preso solo un gol. Dobbiamo migliorare anche offensivamente, ma sono contento di questa rosa giovane e a volte inesperta. Sapevamo fin dall’inizio che per la Champions sarebbe stata dura e che bisognava lottare fino alla fine”.

De Ligt: “Ecco perché mi arrabbio…”

Matthijs de Ligt dimostra di avere una mentalità pazzesca al termine della gara di Bologna. Intervistato da DAZN, il difensore olandese non le ha mandate a dire ai compagni che spesso non giocano con rabbia e fame. “Oggi è stata una partita in cui abbiamo giocato con maturità. Possiamo migliorare tantissimo in costruzione quando attacchiamo, ma oggi abbiamo fatto una bella partita difensivamente. Il Bologna non ha avuto grandi occasioni. Arrabbiato con un compagno? Voglio vincere sempre, e fare di tutto per vincere. Non capisco quando i giocatori fanno qualche errore di mentalità, questa cosa non mi piace. È importante per me la mentalità. Quarto posto? Abbiamo un’altra partita contro il Cagliari da vincere – aggiunge – bisogna migliorare per il girone di ritorno perché abbiamo perso troppi punti, contro squadre piccole soprattutto. Può succedere perdere punti con l’Inter ad esempio, non con le piccole”.