Juventus news

Bernardeschi: “Juve, prometto umiltà, impegno, grinta, determinazione e dedizione”

bernardeschi juve
Scritto da Redazione JM

Federico Bernardeschi saluta il suo precedente club e ringrazia i tifosi della Juve per l’accoglienza che gli hanno riservato al J Medical

Federico Bernardeschi utilizza i suoi profili social ufficiali per salutare la Fiorentina e ringraziare i tifosi della Juventus per l’accoglienza super di qualche giorno fa. Dopo 12 anni in viola, il numero 10 di Carrara inizierà a Boston ad allenarsi con i nuovi compagni, ma non prenderà parte all’amichevole Juve-PSG di questa notte. Lo si vedrà probabilmente in campo per uno scampolo di gara il 30 luglio contro la Roma.

“Grazie per i brividi trasmessi e l’affetto dimostrato – dice Bernardeschi ai tifosi della Juve – Non voglio peccare di presunzione e promettere ma una cosa, però, la voglio assicurare… Non mancheranno Mai: Umiltà, Impegno, Grinta, Determinazione e Dedizione”.

Sempre oggi, il suo agente, l’avvocato Beppe Bozzo, ha raccontato a ‘Tuttosport’ la lunga e difficile trattativa per portare Federico alla Juventus.

“Più che una operazione di mercato è stato un parto: per trasferire Bernardeschi dalla Fiorentina alla Juventus abbiamo lavorato 8-9 mesi. Abbiamo trasformato in realtà un’idea da fantacalcio. Ho messo tutte le fiches sulla Juventus sperando che uscisse. Federico mi ha fatto venire i brividi con un abbraccio bellissimo. Perché la Juve e non Inter, Chelsea o United? Abbiamo parlato molto, Federico ed io, ed entrambi eravamo convinti che non ci potesse essere un posto migliore della Juventus. Club organizzatissimo e vincente: il luogo ideale per un grande talento che aspira a diventare un campione. Federico sapeva che scegliendo i bianconeri sarebbe andato incontro a contestazioni, ma è un ragazzo con le spalle larghe e gli attributi. Devo ringraziare Cognigni e Corvino che hanno capito la volontà del ragazzo. E Marotta si è rivelato il solito fuoriclasse: venerdì ha avuto l’intuizione decisiva, ha anticipato la telefonata alla Fiorentina bruciando tutti sul tempo”, conclude.

È arrivato il momento dei ringraziamenti. Per questi 12 anni, voglio ringraziare la società Fiorentina per avermi cresciuto e per avermi fatto diventare un uomo, voglio ringraziare tutte le persone che sono state al mio fianco. Quelle che tra oneri ed onori si sono prese tutto. Ma soprattutto vorrei ringraziare tutte quelle persone di cui si parla poco ma che lavorano fianco a fianco di noi giocatori,quelle che nessuno nota e nessuno vede perché dietro le quinte. Mi riferisco ai magazzinieri,fisioterapisti,dottori,addetti ai lavori, dal primo all’ultimo. A coloro che mi hanno sempre sostenuto e hanno combattuto al mio fianco. Di voi non mi scorderò mai perché avete costruito con me le fondamenta e soprattutto perché avete messo il cuore prima del lavoro,sempre. GRAZIE! Ora… Sono giunto al principio di un nuovo cammino. Che dire… Non poteva iniziare meglio di così. GRAZIE per avermi già fatto provare emozioni indescrivibili, GRAZIE per i brividi trasmessi, GRAZIE per l’affetto dimostrato, GRAZIE per la stima e la fiducia riposte in me. Non vedo l’ora di cominciare questa nuova avventura, mettermi a disposizione, dare tutto senza riserve ed onorare ciò che vesto. Non voglio peccare di presunzione e promettere, ma una cosa,però, la voglio assicurare..Non mancheranno Mai: Umiltà, Impegno, Grinta , Determinazione e Dedizione. GRAZIE A TUTTI! #Finoallafine #Rock’n’Roll 🔥

Un post condiviso da Federico Bernardeschi (@fbernardeschi) in data:

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi