Barcellona-Juventus, Sacchi critico: “Visto calcio di 30 anni fa”

sacchi barcellona-juventus

Barcellona-Juventus è stato un vero e proprio capolavoro tattico da parte di Massimiliano Allegri, ma non secondo Arrigo Sacchi. L’ex allenatore del Milan, si è lasciato andare ad alcune dure considerazioni sul gioco della Juve in diretta TV, durante il post partita di Premium Sport.

“Ho visto la partita tra Real e Bayern – ha sottolineato Sacchi secondo quanto riferito da Calciomercato.com – , la squadra di Ancelotti giocava su un campo difficilissimo eppure ha affrontato la gara a viso aperto, cercando di imporre la propria manovra. E’ stato un incontro bellissimo. Stavolta ho visto una squadra, la Juve, che ha adottato una tattica difensiva, praticando il calcio del passato, di trent’anni fa. Non avevo dubbi, sapevo che non ci sarebbe stata alcuna rimonta da parte del Barcellona, ma forse sopravvaluto la Juve e credo che debba giocare in un altro modo”.

Insomma, secondo l’ex allenatore del Milan, che non è riuscito a replicare i successi (e il bel gioco) nelle successive esperienze (nazionale, di nuovo Milan, Atletico Madrid e Parma), ieri sera la Juventus si sarebbe dovuta presentare al Camp Nou a viso aperto e giocare un altro tipo di gara.

“Per giocare in questo modo, sempre, occorre una straordinaria costanza e ci vuole un’attenzione incredibile. Non è facile ed è faticosissimo, lo so bene. Ma i bianconeri sono fortissimi, hanno un bravo allenatore, mi aspetto qualcosa di diverso. Hanno giocato all’ottanta o novanta per cento in difesa e solo al dieci per cento in attacco”, conclude.