Champions League 2017-2018 Video

Barcellona-Juventus 3-0: highlights, video gol e pagelle

Barcellona-Juventus 3-0
© foto www.imagephotoagency.it
Scritto da Redazione JM

Dura solo 45 minuti la Juventus di Massimiliano Allegri al Camp Nou di Barcellona: doppietta per Messi, sigillo di Rakitic

Barcellona-Juventus 3-0. Dopo 45 minuti giocati discretamente, la Juve di Massimiliano Allegri naufraga al Camp Nou contro i blaugrana di Ernesto Valverde. Le assenze possono essere solo una parziale scusante per i bianconeri, che hanno sbagliato tanto concedendo ai padroni di casa occasioni d’oro per affondare la lama nel burro.

L’equilibrio si rompe al 45’ con Messi che mette a segno il primo gol in carriera a Gigi Buffon. Da segnalare, nella prima frazione di gioco, una bella conclusione di De Sciglio che Ter Stegen devia in angolo. Nella ripresa, come nella finale di Cardiff, la Juventus compare dal campo: Benatia commette un clamoroso errore tecnico al limite dell’area e Rakitic ne approfitta per siglare il 2-0.

Il 3-0 è ancora di Messi che approfitta di una palla persa malamente a centrocampo e chiude definitivamente i conti. Non pervenuti alcuni dei più attesi della vigilia, come Douglas Costa e Higuain, Bernardeschi sbaglia un’occasione clamorosa tirando debolmente in bocca a Ter Stegen. Serve ben altro per centrare la qualificazione agli ottavi di Champions League.

Barcellona-Juventus 3-0: pagelle

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen 6,5; Semedo 6,5, Piqué 6,5, Umtiti 6, Jordi Alba 6,5; Rakitic 7 (32′ st Paulinho sv), Busquets 6,5, Iniesta 7 (38′ st Andre Gomes sv); Dembelé 6,5 (26′ st Sergi Roberto sv), Messi 8, Suarez 6. A disp.: Cillessen, Mascherano, Denis Suarez, Deulofeu. All.: Valverde 7.

Juventus (4-3-2-1): Buffon 6; De Sciglio 5,5 (41′ Sturaro 5), Barzagli 5,5, Benatia 4, Alex Sandro 5; Bentancur 5,5 (18′ st Bernardeschi 5), Pjanic 5, Matuidi 6; Douglas Costa 4, Dybala 6,5; Higuain 5 (42′ st Caligara sv). A disp.: Szczesny, Rugani, Asamoah, Merio. All.: Allegri 5.

Arbitro: Skomina

Marcatori: 45′ Messi, 11′ st Rakitic, 24′ st Messi

Ammoniti: Semedo, Messi (B); Bentancur, Barzagli, Pjanic, Caligara (J)

Espulsi: nessuno

Barcellona-Juventus 3-0: highlights

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO

2 Commenti

  • semplice ciò che è accaduto ieri sera al camp nou, molti infortuni, la squadra non è ancora in condizioni atletiche ottimali. Molti tifosi si scagliano su alcuni giocatori, io non ho nulla da dire ne su de sciglio, ne su higuain e ne su allegri, ma nemmeno su dybala. Come è accaduto a cardiff non eravamo al top contro una grande squadra, è mancata la ferocia agonistica e atletica, e siamo calati a picco nella ripresa. Ancora una volta troppi infortuni, e le nostre squadre italiane arrivano in ritardo di codizione a inizio stagione rispetto agli altri, e, a fine stagione non abbiamo non abbiamo più birra in corpo rispetto agli altri. Ci manca anche psicologicamente un po di cattiveria nello sfruttare le occasioni avute contro queste grandi squadre. Alle volte si ha paura di vincere, di fare goal, questo è un mistero del nostro calcio e poi basta subire un goal per non avere più forza reattiva. La juventus è mancata ieri sera a livello atletico e a livello psicologico.

  • D’accordo sulle valutazioni, tranne che sul 6,5 a Dybala: mi sembra un voto più sulla fiducia che non sulla effettiva prestazione. La differenza con Messi resta consistente. Idem su Matuidi. Credo che nessuno, allenatore compreso, possa chiamarsi fuori dal piccolo disastro di ieri sera. E non mi si venga a parlare di illustri assenti. Perché se questa squadra non è in grado di giocare alla pari con qualsiasi altra se mancano i vari Mandzukic, Kedira, Chiellini, Marchisio, Cuadrado, avendo acquistato i fenomeni Douglas Costa, Bernardeschi, Matuidi, allora c’è da chiedersi se gli acquisti fatti servono a qualcosa o solo a far le figurine in campo. Rimango dell’avviso comunque che questo sia un allenatore sopravvalutato che non farà mai fare il salto di qualità alla squadra. La differenza con il Barcellona si è riconfermata ieri sera: lentezza nelle ripartenze, lanci lunghi e pedalare, passaggi spesso fuori misura per noi , possesso palla, gioco corto e scambi veloci per loro. La Juve ha dimostrato ancora una volta la sua dimensione nazionale. E anche qui c’è poco da stare tranquill: Napoli e Inter sono lì………

Commenta

Jmania.it - 2017

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: