Aumento di capitale Juventus: ufficiale l’accordo con quattro banche

Exor ha già sottoscritto la porzione di propria pertinenza

aumento di capitale juventus 2021

La Juventus procede spedita verso l’aumento di capitale da 400 milioni di euro. Con un comunicato, il club torinese conferma che Exor ha sottoscritto la porzione di ricapitalizzazione di propria pertinenza e annuncia contestualmente l’accordo con quattro istituti bancari. Si tratta di Goldman Sachs International, J.P. Morgan AG, Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A. e UniCredit Corporate & Investment Banking. L’operazione dovrebbe essere perfezionata entro settembre e l’aumento di capitale diventare effettivo entro la fine del 2021.

Aumento di capitale: il comunicato della Juventus

“Facendo seguito a quanto comunicato in data 30 giugno 2021 – si legge nella nota – Juventus Football Club S.p.A. (“Juventus” o la “Società”) comunica che, nel contesto della prospettata operazione di rafforzamento patrimoniale mediante un aumento di capitale in opzione fino a massimi Euro 400 milioni (l’“Aumento di Capitale”), Goldman Sachs International, J.P. Morgan AG, Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A. e UniCredit Corporate & Investment Banking agiranno in qualità di joint global coordinators (i “Joint Global Coordinators”) e joint bookrunners.
I Joint Global Coordinators hanno sottoscritto in data odierna con la Società un accordo di c.d. pre-underwriting ai sensi del quale si sono impegnati – a condizioni in linea con la prassi di mercato per operazioni analoghe – a stipulare un accordo di garanzia (c.d. underwriting agreement) per la sottoscrizione e la liberazione delle azioni di nuova emissione che non dovessero essere sottoscritte al termine dell’asta dei diritti inoptati. Al riguardo, come già comunicato in data 30 giugno 2021, si precisa che il socio di maggioranza, EXOR N.V. (che attualmente detiene il 63,8% del capitale sociale di Juventus), si è impegnato a sottoscrivere la porzione di Aumento di Capitale di propria pertinenza.

Subordinatamente al verificarsi di condizioni di mercato favorevoli, all’approvazione dell’Aumento di Capitale da parte dei competenti organi sociali e al rilascio delle necessarie autorizzazioni da parte delle Autorità competenti, è previsto che l’Aumento di Capitale possa essere realizzato entro la fine del 2021”.