Interviste

Allegri: “Vinto il primo scontro diretto”

allegri intervista juventus-lazio 2-0

Le parole di Massimiliano Allegri al termine di Juventus-Lazio: il tecnico bianconero chiede pazienza, l’intesa con i nuovi crescerà

Massimiliano Allegri ha analizzato la vittoria della Juventus sulla Lazio per 2-0 ai microfoni di Sky Sport. “È stata una partita diversa, un impatto fisico diverso da Verona – ha ammesso al triplice fischio finale il tecnico bianconero – . All’inizio abbiamo avuto fretta. Il pericolo era quello di andare dietro l’entusiasmo per la prima partita in casa di Cristiano Ronaldo. Dovevamo palleggiare di più e avere pazienza. Quando non c’è Dybala non riusciamo a fraseggiare tra le linee bene. Comunque, abbiamo concesso poco, poi abbiamo fatto bene. Sono contento di quello che hanno fatto i ragazzi. Era una partita importante, il primo scontro diretto”.

Dopo la prima parte di gara in cui la Juventus ha rischiato indubbiamente qualcosa (grande parata di Szczesny), la gara si è assestata su ritmi più bassi, forse troppo nella ripresa: “Alla fine siamo passati da una frenesia a un momento in cui ci addormentiamo. Dobbiamo essere più veloci con la palla quando gli altri sono stanchi, come abbiamo fatto poi. Bisogna lavorare e migliorare su questo. C’abbiamo avuto dentro Cancelo che è un calciatore nuovo, Bonucci rientrato dopo un anno, Ronaldo un calciatore nuovo. Sono il 30% della squadra, c’è bisogno di tempo. I cambi – sottolinea Allegri – sono stati determinanti con Douglas Costa e Bentancur ed Emre Can che sono entrati molto bene”.

Juventus-Lazio 2-0 | Pjanic

Intervistato da Sky Sport, Miralem Pjanic ammette che la condizione della Juventus non sia ancora delle migliori. “Non siamo ancora al meglio. A tratti abbiamo fatto bene – ammette – , non siamo brillanti ma vincere 2-0 con la Lazio è ottimo. Vincere è importante, non è semplice. Lavoriamo per migliorare la condizione e sarà più semplice. Rinnovo? Sono contento di rimanere in questo grandissimo club. Dedico il gol alla società, tifosi e compagni. Sono cresciuto grazie all’ambiente, è importante. Le mie condizioni? Durante la settimana ho avuto un affaticamento. Nulla di preoccupante, domani riposiamo poi lavoriamo per vincere a Parma”.

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi