Interviste

Allegri: “E’ sempre Juve-Roma, ecco chi faccio giocare”

allegri juventus-roma conferenza stampa

Massimiliano Allegri in conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Roma: le indicazioni sulla formazione e la visita di Moggi

Massimiliano Allegri mette in guardia i suoi: domani è sempre Juventus-Roma e il divario di punti in classifica non deve ingannare. È per questo motivo che il tecnico livornese ancora una volta metterà in campo i migliori a disposizione: “La Roma è una squadra tecnicamente molto valida – esordisce Allegri in conferenza stampa – . È l’unica squadra rimasta in Champions insieme a noi. In tanti si aspettavano la Roma in un’altra zona della classifica, ma rimane comunque Juve-Roma. Noi non possiamo sottovalutare nessuna partita, anche perché la classifica è una classifica falsa. Quella vera è il 29 dicembre, quando si deciderà il girone d’andata. Tra l’altro i ragazzi hanno fatto una bella settimana, si vede che avevano bisogno di due giorni di riposo dopo tante partite. Dobbiamo uscire dal campo con i tre punti in tasca, sapendo che sarà difficile. Davanti sono sempre pericolosi, non so se giocherà Dzeko o Schick, poi c’è Zaniolo che sta crescendo, Under è sempre pericoloso, poi vediamo se ci sarà El Shaarawy o Kluivert. Di Francesco l’anno scorso ha portato la Roma in semifinale di Champions, in campionato è stato in lotta con il Napoli per il secondo posto, quindi direi che non si discutono le qualità. Poi dopo gli allenatori vengono sempre messi in discussione se mancano i risultati – sottolinea – , ma lui ha tutto per risollevare la Roma e fare una grande stagione”.

Quanto alla formazione, Allegri conferma che CR7 non ha ancora bisogno di riposar, Chiellini sarà in campo dal primo minuto, mentre non ha ancora deciso se lo affiancherà Bonucci o uno tra Benatia e Rugani: “Domani Cristiano Ronaldo gioca. Poi salterà una delle prossime due partite, abbiamo il 50%. Che differenza c’è con e senza Chiellini? La fascia di capitano lo ha responsabilizzato e rasserenato ancora di più. Ma Spinazzola sta molto bene e potrebbe giocare, ma non dall’inizio, domani giocano De Sciglio e Alex Sandro. Cancelo sta facendo la terapia riabilitativa. Cuadrado è in Germania per capire se deve essere operato o se dovrà fare terapie. A centrocampo abbiamo 5 giocatori a disposizione che farò ruotare nelle prossime tre partite. Sono contento del rinnovo di Alex Sandro – aggiunge – , di giocatori come lui ce ne sono pochi in giro. Domani torna a disposizione Khedira che sta meglio di quanto mi aspettassi, non dico per giocare, ma è più avanti. Poi c’è Emre Can che ha fatto una bella partita contro il Torino. Spinazzola in prestito? Dipende da Cuadrado. Pjanic non riposerà, è un giocatore con caratteristiche uniche in rosa. Chiellini gioca sicuro, devo ancora decidere l’altro difensore centrale”.

In attesa del ritorno della coppa Italia, Allegri traccia la via verso scudetto e Champions: “Quota tricolore? Al momento dipende da quanto gira il Napoli, potrebbe girare a 47. Io credo che sia sugli 87-88, credo, a occhio e croce. Champions? Con l’Atletico sarà una partita difficile, ma abbiamo il vantaggio di affrontare la prima partita fuori casa”.

Allegri e la visita di Moggi

Infine, una battuta sul ritorno di Luciano Moggi al centro tecnico della Juventus che ha provocato qualche polemica: “È un ex dirigente della Juve, è venuto a fare gli auguri alla Juve”, conclude Allegri.