Interviste

Allegri: “Potevamo chiuderla prima, Cuadrado mezzala del futuro”

allegri fiorentina-juventus 0-3

L’intervista di Massimiliano Allegri a Sky Sport al termine di Fiorentina-Juventus: il tecnico toscano contento per il risultato e il gioco espresso”

Massimiliano Allegri e la Juventus continuano a mietere record su record: con la vittoria al Franchi di oggi i bianconeri toccano quota 40 punti dopo 14 gare, portandosi a +11 sul Napoli, almeno momentaneamente. “Oggi non era facile – dichiara il tecnico toscano a Sky Sport al termine della gara – , giocavamo in un ambiente molto carico. Avevo chiesto attenzione e compattezza. Nel primo tempo non abbiamo giocato benissimo per un pezzetto, poi abbiamo cambiato. Nel secondo tempo abbiamo lasciato palla a loro e difeso bene, poi dopo il secondo gol la squadra si è sciolta. Potevamo andare già sullo 0-2 prima”.

Nelle prime giornate, la Juve soffriva spesso il ritorno degli avversari, mentre ora regge meglio l’urto e alla fine il risultato arriva senza tanti patemi. Merito anche delle trovate di Allegri, come quella di Cuadrado in mediana: “Cuadrado mezz’ala è anche una prospettiva futura, lui è dinamico e in quel ruolo ci vuole. Ha fatto bene anche in coppa da terzino. Chiellini? Di solito lui sugli angoli fa goal sulla seconda palla… La squadra ora gioca meglio, la palla si muove di più perché i giocatori si conoscono. Dobbiamo portare palla in avanti e non limitare gli attaccanti”.

> QUI VIDEO GOL E HIGHLIGHTS DI FIORENTINA-JUVENTUS 0-3

Ancora una volta, la Juventus si è esaltata in un ambiente ostile e che prima della partita ha dato il peggio di sé con scritte insultanti i morti dell’Heysel e Scirea: “È vero, ma è semplice. Siamo una squadra di grandi campioni, grandi uomini e carattere. La tecnica non basta, questa squadra vuole fare il centimetro in più, corre e rincorre. Anche chi entra lo fa bene con il piglio giusto. Serve umiltà e capacità di giocare al pari dell’avversario per vincere, poi tecnica e capacità emergono. Ma senza quelle cose è dura – conclude Allegri – , lo stiamo facendo perché vogliamo questo”.

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi