in

Allegri: “Mandzukic ko, Chiellini convocato ma non giocherà”

allegri juventus ajax conferenza stampa

Massimiliano Allegri annuncia che Chiellini e Mandzukic domani non saranno della partita. Alla vigilia di Juventus-Ajax, il tecnico bianconero ha fatto innanzitutto il punto sugli infortunati: “Chiellini viene in ritiro ma non ci sarà, anche Mandzukic è out. Saremo 16-17 e uno andrà in tribuna, siamo un numero sufficiente. Dybala o Kean? Mario ha un problema al tendine rotuleo, ha provato e si è fermato. Può darsi che giochi uno dei due o nessuno dei due, di sicuro rientrerà Emre Can. Cosa cambia senza Mandzukic? Non sconvolge niente perché c’erano molte possibilità che Mario restasse fuori, devo solo decidere chi far giocare al suo posto”.

Allegri: “Douglas Costa al massimo per 30 minuti”

Insomma, sembrava che l’unico dubbio di formazione Allegri lo avesse in difesa, ma non essendoci Chielllini giocherà sicuramente Rugani. In avanti, invece, il nodo sarà sciolto solo dopo la riunione tecnica di domani, per il resto la formazione è fatta. “Se gioca uno dei due (tra Dybala e Kean, ndr) uno tra De Sciglio e Cancelo sta fuori; se non giocano entrambi è possibile che giochino sia De Sciglio che Cancelo. Deciderò domani mattina. Ronaldo capitano? Sta meglio fisicamente rispetto all’andata. Lui ha una grande qualità, al momento della partita diventa un altro giocatore. Il capitano sarà Dybala se gioca, altrimenti sarà Bonucci. Douglas Costa gioca? No perché si è fermato per il problema al polpaccio. Non è al meglio, spero di avere delle garanzie per averlo almeno 30 minuti. Spinazzola? Gioca Alex Sandro. Leonardo ha fatto molto bene contro l’Atletico, ma ha avuto un dispendio di energie talmente alto che ha avuto un contraccolpo. Anche Rugani dopo Amsterdam ha dovuto recuperare energie fisiche e mentali. Per giocare questo tipo di partite – insiste Allegri – bisogna essere abituati, perché ti rimangono nelle gambe e nella testa”.

Indipendentemente da chi scenderà in campo, Allegri sottolinea che l’atteggiamento non dovrà cambiare. Bisognerà fare attenzione, perché sarà una gara diversa rispetto al ritorno contro l’Atletico Madrid. “Vedo una partita dove affrontiamo una squadra diversa dall’Atletico. L’1-1 di Amsterdam non conta niente, è una partita da affrontare con la stessa intensità avuta contro l’Atletico. Dovremo avere rispetto dell’Ajax ed essere più lucidi e precisi rispetto all’andata. Se facciamo bene queste due cose – evidenzia – passeremo il turno. Loro giocano sempre, la partita sarà sempre aperta perché l’Ajax come noi gioca sempre per vincere. Ci sarà bisogno di tutti, di chi gioca e chi no, ma anche dei tifosi. È una serata importante per raggiungere un traguardo straordinario. Bisogna essere bravi a capire i momenti della partita. Loro sono una squadra che giocano molto, vengono a prenderti. Giocano meglio in trasferta, come hanno dimostrato a Madrid. Dovremo essere bravi quando aggrediamo, ma anche quando gestiamo. Bisogna fare una bella prestazione dal punto di vista fisico, atletico e tecnico. In Olanda dovevamo fare meglio. Si deve trovare il modo di uscire dalla loro prima pressione, giocando tecnicamente bene e molto velocemente”.

Allegri: “Rispetto per chi ha affrontato la Spal”

Infine, in merito alle polemiche scaturite dopo Spal-Juventus, Allegri chiede rispetto per chi è sceso in campo, anche perché c’erano dall’inizio 9 nazionali. “Mi spiace perché è stata una mancanza di rispetto per i giocatori che hanno giocato, abbiamo schierato nove nazionali. L’unico ragazzo – un 2001 – era Gozzi e ha fatto una bella partita”, conclude.

Jmania.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.