Allegri: “Corto muso? Vi dico il contrario di quello che penso…”

Il tecnico della Juventus si diverte con i giornalisti al termine della vittoria sulla Lazio

allegri intervista lazio juventus

Massimiliano Allegri ha commentato i tre punti importantissimi conquistati all’Olimpico al termine di Lazio-Juventus. “La squadra ha fatto una bella partita – esordisce a DAZN – anche se abbiamo avuto tante occasioni per fare gol e non le abbiamo sfruttate. Nella scelta decisiva siamo un po’ frettolosi. Kulusevski deve andare nella bandierina e tenta il dribbling… Prendere gol non è bello, un minuto dopo mettono una palla in area e succede casino. Manca un centravanti? Abbiamo fatto tanti tiri, abbiamo avuto tante occasioni e non abbiamo concesso nulla. Abbiamo fatto una buona partita contro un’ottima Lazio, gestendo bene la palla. Le squadre di Sarri fanno bene, lo sappiamo, e noi abbiamo avuto pazienza nella gestione”.

Allegri: “Per vincere occorre rispettare le piccole”

Per Allegri è stata l’ottava vittoria su Sarri, ma il tecnico livornese non vuole sentir parlare di filosofie: “Io mi diverto, quando lo capirete sarà troppo tardi. Se voi vi divertite io racconto le cose al contrario di cosa penso. Oggi era Lazio-Juve, non sarrismo contro corto-muso. Ci sono anche gli avversari, il calcio è strategia. C’è un momento in cui devi tenere palla e un momento in cui devi andare. La partita non è scritta su un protocollo. Tre centrocampisti? Ci vuole un po’ di tempo e bisogna imparare in fretta. Ci sono momenti in cui tenere la palla, fare la fase difensiva per uno, due, tre minuti… Io non ho mai visto una grande squadra che ha vinto, vincere con sufficienza e superficialità. Per vincere devi avere grande rispetto degli avversari, qualunque sia la partita e noi abbiamo lasciato tanti punti con le medio-piccole proprio per questo”.

Le prestazioni dei singoli

Quanto alla prestazione dei singoli, Allegri è prodigo di complimenti praticamente per tutti. “I tre centrocampisti han fatto bene. Pellegrini? È stata una partita difficile, ha sbagliato qualche palla. Rabiot ha un motore che quando parte… Poteva giocare altri 90′. Ha limitato tantissimo Milinkovic-Savic. Le azioni pericolose loro sono scaturite da errori nostri in area avversaria. La squadra piano piano è in crescita, i risultati aiutano a cementare le certezze. Kulusevski? Ha fatto una buona partita, non era semplice. Ci vuole calma quando si entra dentro l’area, ci vuole la scelta giusta. Dybala? Quando tornerà a disposizione, speriamo presto… Gioca spesso sul centro-destra, ma può giocare anche davanti. In quel caso ci vuole un mediano più di copertura. Ha grande forza nelle gambe, l’importante è che torni presto”, conclude Allegri.