Interviste

Allegri: “Cancelo deve operarsi, Cuadrado forse”

allegri torino juventus conferenza stampa

Massimiliano Allegri annuncia due lunghi stop nella conferenza stampa alla vigilia di Torino-Juventus: Cuadrado e Cancelo rientreranno nel 2019

Massimiliano Allegri dà subito due brutte notizie ai tifosi della Juventus alla vigilia del derby col Torino: “A Cancelo si è bloccato il ginocchio, è il menisco mediale interno e verrà operato. Sarà a disposizione dopo la sosta. Cuadrado – continua il tecnico bianconero – ha un problema al ginocchio e verrà valutato per decidere se anche lui avrà bisogno di un intervento. Emre Can rientra, Khedira lo farà settimana prossima e Spinazzola sta bene. Benatia è di nuovo a disposizione, si è allenato con il gruppo. Fa parte del reparto difensivo più forte d’Europa”.

Insomma, continua l’emergenza in casa Juve, che contro il Torino di Mazzarri dovrà fare a meno anche di Barzagli e dello squalificato Bentancur: “Loro stanno bene, si è visto anche a Milano. Sono in lotta per l’Europa League – continua – . Delle quattro che ci aspettano da qui alla sosta, è la partita più difficile. Tecnica e, soprattutto, caratteriale. La squadra deve tirare fuori anche quello che non ha dentro, a costo di giocare meno bene. È un passaggio molto importante. Deve vincere chi lo ha meritato e la giornata deve essere ristretta solo a serata sportiva. Non ci possono essere altre cose che ogni tanto vengono fuori. Sarebbe brutto spot per calcio”.

Allegri: “A Berna non meritavamo di perdere”

Fin qui non si è mai fermato, ma è imminente un turno di riposo per Cristiano Ronaldo: giocherà contro Torino e Roma, poi andrà in panchina. “Gliel’ho già detto – ammette Allegri -, ne salta una delle tre. Manduzkic non è stanco, s’è riposato quasi un mese per la caviglia. Lui ha un motore diverso dagli altri, sta bene. La sostituzione di Pjanic con lo Young Boys? Non era in difficoltà. Logico che debba faticare di più con i tre là davanti, ma lui è determinante per la regia e per i tempi che detta alla squadra”.

Infine, una battuta sullo stop in Champions di Berna: “In Champions mercoledì non siamo stati brillantissimi, ma non meritavamo di perdere, e comunque abbiamo raggiunto l’obiettivo”, conclude Allegri.