Interviste

Allegri: “Torna Bonucci? Nessun problema con lui”

allegri conferenza stampa usa

Le parole di Massimiliano Allegri in conferenza stampa prima di Benfica-Juventus: il tecnico bianconero cerca di smorzare gli eccessivi entusiasmi

Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Benfica-Juventus, gara valida per il secondo turno di International Champions Cup 2018. Il tecnico bianconero è soddisfatto del lavoro fin qui svolto dalla squadra e dalla prestazione offerta contro il Bayern Monaco, formazione che ha nelle gambe diverse partite estive in più dei campioni d’Italia. “Stiamo lavorando bene qui negli Stati Uniti, soprattutto sulla fase difensiva. Dopo la tournèe, la squadra si ritroverà l’8 agosto e avremo 10 giorni per preparare l’esordio in campionato. La partita contro il Benfica – aggiunge – per noi sarà un buon test contro una squadra di livello internazionale. Domani giocheremo con il 4-4-2, con Cancelo a destra, Beruatto a sinistra, Chiellini in mezzo e devo scegliere l’altro centrale. Poi Pjanic, Khedira, Marchisio, Bernardeschi, Favilli e Pereira. In porta invece giocheranno un tempo Szczesny e un tempo Perin”.

Allegri: “Avversari stimolati da Ronaldo”

Secondo le indiscrezioni provenienti dal ritiro bianconero negli USA, Allegri sarebbe rimasto letteralmente estasiato da Joao Cancelo, esterno destro in grado di agire sia da terzino sia da ala offensiva. “È un giovane con le potenzialità per diventare uno dei migliori terzini al mondo”, spiega il tecnico della Juventus prima di soffermarsi un po’ sull’entusiasmo generato dall’arrivo di Ronaldo. “È un valore aggiunto per noi. Ha esperienza internazionale, è un grandissimo giocatore e sono felice di poterlo allenare. Questo sarà un anno ancora più difficile per noi – ammonisce – le squadre saranno ancora più agguerrite perché veniamo da tante vittoria e inoltre è arrivato un giocatore straordinario come Cristiano. Affrontarlo per gli avversari sarà uno stimolo in più. Vedo troppa eccitazione in giro e questo non fa bene. Cristiano è un grandissimo campione, ma è la normalità. Deve essere la normalità. Cosa ci siamo detti quando ci siamo visti? Abbiamo parlato della felicità con cui è stato accolto e della scelta fatta, ma era un momento di vacanza per lui e – conclude Allegri – non abbiamo parlato di calcio”.

Infine, una battuta sul ritorno di Bonucci: “Nessun problema con Leo, ho avuto tante discussioni con i giocatori, ma nessuna rottura. Del mercato si occupa la società, ma io sono contento dei cinque centrali che ho”

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi