Interviste

Allegri: “Addio Marchisio scelta condivisa, mercato chiuso”

allegri conferenza stampa marchisio

La conferenza stampa di Massimiliano Allegri alla vigilia di Chievo-Juventus: il tecnico ha spiegato anche la rescissione di Marchisio

Massimiliano Allegri ha parlato dell’addio di Marchisio ma soprattutto della prima partita di campionato della Juventus alla vigilia del match contro il Chievo. “Abbiamo preso questa decisione condivisa. Farà esperienza da un’altra parte dopo 25 anni splendidi trascorsi con la Juve”, ha dichiarato in conferenza stampa il tecnico bianconero parlando della rescissione del numero 8. La partita con il Chievo è stata a rischio per via della tragedia di Genova, ma alla fine la Lega Calcio ha deciso di rinviare solo le partite delle genovesi: “Ci sono organi di competenza. Credo sia stata presa una decisione giusta per Genoa e Samp – ha proseguito Allegri – . Noi ci adeguiamo, giocando nel giorno del lutto nazionale. Rispettando però le persone che hanno subito questa tragedia. Ci sono poche parole da dire. C’è invece molto da fare”.

C’è molta attesa per la prima di campionato, soprattutto per il debutto di Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus: un evento che avrà un impatto importante su tutto il calcio italiano. “Per lui sarà una novità e dovrà conoscere il campionato italiano – ha detto Max Allegri rispondendo ai giornalisti – . Domani riparte una nuova stagione euna nuova sfida. Sarà più difficile, perché abbiamo preso dei giocatori fortissimi, migliorando la rosa. Ma anche altre squadre come Inter, Milan, Roma, Napoli e Lazio si sono rinforzati. Dobbiamo subito mettere da parte il peridoo di eccitazione per l’arrivo di CR7 e ritornare con i piedi per terra. Troveremo un Chievo che ha voglia di fare un’impresa contro la favorita del campionato e della Champions. Dobbiamo calarci subito nella mentalità del campionato contro squadre che ci daranno battaglia più dell’anno scorso. Dobbiamo lavorare, tenere un profilo basso e vincere. Dobbiamo fare una gara di buona intensità con un buon approccio mentale. La prima partita è sempre un punto interrogativo. Sono curioso anche io di vedere la squadra giocare domani, per trovare i giusti equilibri”.

Il presidente Agnelli quest’anno è stato molto chiaro: l’obiettivo è la Champions League. “Da quando sono qui alla Juve è sempre l’anno della Champions, del campionato e della Coppa Italia. Tutti gli anni la Juve parte per vincere tutti i trofei della stagione – puntualizza ancora Allegri – . Per due volte ci siamo andati molto vicini a vincere tutto. Quest’anno l’obiettivo numero uno è passare il girone della Champions. Sono tutti eccitati per l’arrivo di Ronaldo, ma la realtà è quella del campo. Le motivazioni fanno la differenza. Si può essere la squadra più forte del mondo, ma senza la voglia di mettersi in discussione tutti i giorni, non si va da nessuna parte. Deve regnare l’equilibrio e dobbiamo arrivare a marzo restando in corsa per tutte le competizioni”.

Secondo alcune indiscrezioni, questo potrebbe essere l’ultimo anno di Allegri alla Juventus, ma per ora il tecnico toscano non vuole nemmeno parlarne. “Lo dicono tutti gli altri. Io sono orgoglioso di essere alla Juve e di tutto il lavoro fatto. Dobbiamo fare un’altra annata giusta e importante, poi a marzo decideremo se continuare ancora insieme o separarci. Io alla Juve sto bene, ma poi quello che conta sono i risultati. Sono molto in sintonia con la società – evidenzia – , che ha sempre lavorato molto bene sul mercato. La qualità della squadra è migliorata notevolmente e l’autostima a livello europeo è cresciuta moltissimo. Chissà, magari è l’anno buono per vincere la Champions. Ma dovremo giocare con il giusto atteggiamento e dovremo capire i momenti delle partite”.

Allegri: “Mercato chiuso”

Insomma, Allegri è molto contento del mercato fatto, ragion per cui a poche ore dalla chiusura della sessione estiva, le operazioni possono considerarsi concluse. “Mercato? Credo che sia chiuso. In uscita c’è stato Marchisio, poi non c’è nessun altro. Tranne quello che riguarda la seconda squadra. Kean al momento resta. Se andrà via, andrà all’estero”.

Quanto alla formazione che affronterà domani alle 18 il Chievo (diretta su Sky), ecco alcune indicazioni fornite da Allegri: “Domani giocano Ronaldo sicuro, Chiellini, Pjanic, Cancelo e Alex Sandro. Per il resto devo vedere, soprattutto a centrocampo. Stanno comunque tutti bene e sono in condizione. Molto dipenderà anche da come andrà la partita. Chi è stato negli Usa ha più minutaggio nelle gambe”.

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi