Zamparini: "La Juve va via dalla Lega? Meglio così". Intanto gli stanno per sequestrare il Palermo... | JMania

Zamparini: “La Juve va via dalla Lega? Meglio così”. Intanto gli stanno per sequestrare il Palermo…

Zamparini: “La Juve va via dalla Lega? Meglio così”. Intanto gli stanno per sequestrare il Palermo…

La pagliuzza nell’occhio degli altri è sempre molto più visibile della trave in quello proprio. Maurizo Zamparini torna a parlare della questione dei diritti tv in Lega calcio e non risparmia una stoccata al presidente della Juventus: “Agnelli dice che andranno a giocare in un’altra Lega? Magari… Abbiamo già giocato senza la Juve e si …

La pagliuzza nell’occhio degli altri è sempre molto più visibile della trave in quello proprio. Maurizo Zamparini torna a parlare della questione dei diritti tv in Lega calcio e non risparmia una stoccata al presidente della Juventus: “Agnelli dice che andranno a giocare in un’altra Lega? Magari… Abbiamo già giocato senza la Juve e si è stato benissimo”. Non è nuovo Zamparini a queste uscite. Peccato, però, che anche lui si permetta (come un altro suo esimio collega), di sparare sentenze dal pulpito. Proprio lui che nelle prossime ore si vedrà sottrarre le quote del Palermo, di cui è presidente.
Dopo che la richiesta di sequestro era stata respinta da gip e Riesame, la Cassazione era intervenuta condividendo le tesi del pm. E ora una nuova decisione del Riesame dispone il sequestro di parte delle azioni del Palermo. Questa, in sintesi, l’attuale situazione della vicenda giudiziaria in cui è coinvolto Zamparini, finito al centro di una inchiesta della procura di Benevento relativa a presunte irregolarità edilizie e ambientali riscontrate nella realizzazione di un ipermercato.
Sulla vicenda è intervenuto con una nota Gabriele Corona, presidente dell’associazione Altrabenevento, che da anni denuncia le modalità con cui la struttura è stata aperta. “La Procura della Repubblica di Benevento – ha detto Corona – ha sequestrato 17 milioni e mezzo di quote del Palermo Calcio intestate a Maurizio Zamparini per la vicenda giudiziaria del centro commerciale ‘I Sanniti’ aperto a Benevento nell’ottobre 2006. Il provvedimento è stato notificato questa mattina”.
A volte il silenzio suona meglio di qualsiasi altra parola…

 

11 commenti

  1. …dimenticavo…vi piace vedere che CATANIA, CHIEVO , BOLOGNA ECT… vengono a Torino convinte di fare punti sicuramente? A ME NO !!! Devono venire a Torino sapendo di essere già sotto 1-0 prima di iniziare la gara e quando è iniziata essere già sotto di 3/4 gol( come nell’epoca MOGGI “santo subito”)e affancu*o gli SMILE come voleva qualcuno, ora siamo arrivati a questo punto e se lo SMILE è quello degli avversari che ti irridono perchè POLITICAMENTE e SPORTIVAMENTE non vali un emerito ca**o a me non va per niente bene!!!

  2. @ Andrea a me non me ne frega niente della ridistribuzione dei soldi per un campionato equilibrato! L’unica cosa che conta è classificarsi per la champions e basta e quindi è meglio avere meno concorrenza possibile ed essere sicuri di andare in Europa perchè dei campionati nazionali le BIG ne farebbero a meno (e quindi è solo una rottura). Quindi meno concorrenza possibile, Stangare negli scontri diretti MILAN, INTER, ROMA e andare in Champions…L’UNICA COSA CHE CONTA.

  3. Il presidente del Palermo «Quando la Juve era in B si stava benissimo».
    Il presidente del Palermo al’attacco sui diritti tv: «Magari il club bianconero andasse in un’altra Lega.
    vorrei rispondere a questo presidente :
    caro presidente quando la juve era in serie b ( mi risulta che erano calati gli spettatori sugli stadi di tutte le squadre di serie a .
    erano calati i dati auditel delle trasmissioni sportive della serie a .
    mentre erano aumentati gli spettatori sugli stadi di serie b e cera molta più gente che guardava i gol della serie b ) .
    questo vuol dire che non stavate benissimo .
    e vuol dire anche che la juve a molti più tifosi sparsi per l’italia del suo palermo , visto che mi risulta che a palermo ci sono moltissimi tifosi della juve .
    poi le vorrei dire ma magari la juventus abbandonasse la serie a italiana per andare a giocare altri campionati all’estero magari .

  4. Onestamente continuo a non capire la società Juventus F.C. In altri tempi il capo, sia Boniperti o Moggi o Giraudo avrebbero alzato la cornetta e avrebbero detto a questo pagliaccio: “da adesso in poi passaci a tre metri di distanza perchè se ti avvici oltre sei finito”. E’ peraltro il succo del discorso fatto da Giraudo a Giraldi del Parma. Perchè così fa una società con le palle. Devono avere paura della Juve! E AVEVANO Paura della Juve. Altro che il Narducchio fa testimoniare Giraldi sul fatto ti mandiamo in serie B. Perchè così fanno le società con i controco**ni. Quanto vorrei vedere Andrea Agnelli o Marotta fare la stessa cosa. MA NON NE HANNO IL CORAGGIO! NESSUNO DEVE PERMETTERSI DI IRRIDERE LA JUVE! Ma che stile Juve? Questo è lo stile delle pecore! Maledetti!

  5. Zamparini,non ti offendo solo perchè non ti considero normale e agli andicappati si deve rispetto.

  6. Balzaretti prima è passato da Firenze..cmq… Il Palermo starebbe meglio senza zamparini

  7. A ricordo d’uomo ricordo gli ultimi 3 regali fatti a Zamparini il primo l’acquisto di quel bidone di Amauri,e poi le cessioni di Balzaretti e Nocerino.
    Caro Zampa credi realmente che una serie A senza Juve possa portare gli introiti che oggi ci sono?
    Parlare giusto per dar fiato alla bocca e vizio di tanti soprattutto nel calcio.
    Però capisco Zamparini non è facile essere sempre e comunque PERDENTE.
    Un’altra occasione persa per tacere.

  8. sei solo un pappone. Te lo ricordi il rigore negato alla Juve con la tua squadraccia, vero Zampa? Tutto regolare per te, vero? Sei un pappone! Spero che Agnelli ti purghi per bene e non si faccia nessuno scambio con te. Pappone

  9. Rimaniamo a riflettere un attimo però, tralasciando l’indole del tifoso (più che legittima in una pagina web dedicata ad una squadra di calcio). Fermiamoci cioè su quanto sollevato in sede di Lega. Per anni ci si è lamentati che le solite società fagocitavano grandi introiti, ben più dei loro meriti reali, rendendo vana qualsiasi alternanza al vertice del campionato. La ridistribuzione di 200 mln. di euro in maniera differente da quanto preventivato dalle solite cinque potrebbe aprire – non sul breve ma sul medio periodo – uno scenario più interessante. È negativo questo? No se e solo se a tale distribuzione di risorse viene a corrispondere il reale impegno di queste squadre (e dei loro presidenti) nella lotta al tifo violento, allo sviluppo delle sezioni calcistiche nazionali sul territorio, alla creazione di strutture dedicate: in parole povere a fare sistema.
    Ora Andrea Agnelli minaccia di uscire dalla Lega (forse ricorda quanto Moggi ventilò anni fa, l’iscrizione alla Lega Francese nel 1997/98?), Paolillo dichiara di non volere comprare da loro. Cosa può succedere? Nulla di serio per le piccole, che possono (sono 15 squadre) gestire i trasferimenti fra di loro, e vendere all’estero (vero, Udinese, Palermo e Lazio?); le cinque grandi però sarebbero costrette ad acquistare all’estero e siamo sicuri che non si ritroverebbero a fare i conti con società che – sapendo la situazione – non provino a tirare il “collo” finanziario? I giovani giocatori in orbita nazionale pronti per il grande salto invece? Beh, Rossi gioca al Villareal, mica alla Juventus…

  10. Juventinonelsangue

    questo qui è un personaggio da circo che cerca di emulare moratti,con risultati abbastanza ridicoli.Io non gli darei peso,per farsi cagare dai media,questo qui deve sparare idiozie ad oltranza.Ignorare e basta.

  11. porca vacca! nn dobbiamo comprare niente e nessuno da sto pezzo di mer..da ! Deve fallire lui e la sua squadra del cacchio.
    Questo,è il classico stron..zo che nn sta zitto nemmeno se gli tagli la lingua !

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi