Zamparini contro Allegri | "Deve crescere lui, non Dybala"

Zamparini contro Allegri: “Deve crescere lui, non Dybala”

Zamparini contro Allegri: “Deve crescere lui, non Dybala”

Maurizio Zamparini non le manda a dire a Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus. Dopo il KO contro l’Udinese, il tecnico bianconero si era difeso così in merito alla seconda panchina consecutiva per Paulo Dybala: “Deve ancora crescere”. Allegri, in sostanza, preferisce Kingsley Coman all’ex Palermo, nonostante sia addirittura più giovane. Probabilmente è una questione legata …

Maurizio Zamparini non le manda a dire a Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus. Dopo il KO contro l’Udinese, il tecnico bianconero si era difeso così in merito alla seconda panchina consecutiva per Paulo Dybala: “Deve ancora crescere”. Allegri, in sostanza, preferisce Kingsley Coman all’ex Palermo, nonostante sia addirittura più giovane. Probabilmente è una questione legata agli schemi offensivi, che il francesino conosce meglio dell’argentino, ma Zamparini non la manda giù:

Alla Juve se qualcuno deve crescere non è Dybala – dice il patron rosanero a ‘Gazzetta.it’ – , è proprio Allegri. Paulo ha quelle caratteristiche e non è un caso che quando è entrato contro l’Udinese ha subito creato due opportunità da gol. In squadra serve un giocatore con inventiva, non se ne può fare a meno.

Effettivamente, dopo che Coman aveva sbagliato una facile occasione da gol nel primo tempo, nella ripresa contro l’Udinese è stato sostituito con Dybala, che si è subito distinto per un paio di giocate geniali:

Per carità. Allegri è come tutti gli allenatori italiani – continua Zamparini – , né più né meno. Credono di condizionare loro il gioco delle squadre, ma non capiscono che bisogna lasciare i giocatori liberi. Non ce l’ho con lui. Se scommetto su Dybala? Certamente. Non ho mai visto un giocatore così forte nel mio Palermo. La mia previsione è che se fa i progressi che mi aspetto nel giro di 2-3 anni può diventare il nuovo Messi. Non dimentichiamo mai che su Dybala si era creata un’asta importante. Alla fine l’ha spuntata la Juve, anche perché aveva l’assenso del giocatore. Secondo me è stato un grande affare. Dybala ha le potenzialità da top-player. Non mi stupirei se il suo valore in poco tempo toccasse i 100 milioni di euro, come adesso per Pogba.

Un commento

  1. Personalmente sono d’accordo con il sig. Zamparini. Gli allenatori bravi sono quelli che adattano il modulo di gioco, alle caratteristiche tecniche dei giocatori a disposizione. Allegri si sta incaponendo con il 4-3-1-2, alla ricerca spasmodica del trequartista da pagare a suon di milioni, non sapendo, e questo è grave, che un giocatore con quelle caratteristiche ce la già; risponde al nome di Paul Pogba, un giocatore eclettico spesso sacrificato a ruoli di mera interdizione, che appesantiscono la sua innata verve creativa facendolo sembrare, a volte, un giocatore normale. Già in un recente passato la stessa situazione si era verificato anche per Pirlo. L’acquisto di Cuadrado, con Coman Dybala e Morata, dovrebbe suggerire al nostro Mister di adottare una soluzione tattica diversa dal suo tanto agognato modulo, proprio per i presupposti già citati in premessa. La Juventus, con il trasferimento di Llorente al Siviglia (speriamo che si avveri), ha come unica punta centrale Mandžukić; il modulo più proficuo, a mio avviso, è il 4 3 3, con il centrocampo che agisca in modo compatto tenendo la squadra corta. In alternativa al 3 5 2, in alcune situazioni non disdegnerei il 4-2-3-1, un modulo sempre più in voga a livello europeo, usato in passato dallo “Special One”. Dico questo perché credo che i nostri centrocampisti, ovviamente tutti ristabiliti, posseggano quelle qualità tecnico-tattiche in grado di sostenere i diversi ritmi di gioco.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi