Zaccheroni: "Rispetto ma non paura dell'Ajax" | JMania

Zaccheroni: “Rispetto ma non paura dell’Ajax”

E’ un Alberto Zaccheroni tranquillo, ma consapevole di affrontare un avversario di tutto rispetto, quello che si presenta alla conferenza stampa che precede l’impegno di Europa League contro l’Ajax.\r\n\r\nGLI AVVERSARI\r\n”L’Ajax ha un gioco consolidato, che viene praticato anche dai più piccoli. E’ una vera e propria scuola di calcio e ho grande rispetto per questa …

zaccheroniE’ un Alberto Zaccheroni tranquillo, ma consapevole di affrontare un avversario di tutto rispetto, quello che si presenta alla conferenza stampa che precede l’impegno di Europa League contro l’Ajax.\r\n\r\nGLI AVVERSARI\r\n”L’Ajax ha un gioco consolidato, che viene praticato anche dai più piccoli. E’ una vera e propria scuola di calcio e ho grande rispetto per questa squadra: non perde da diciassette gare, ha il miglior attacco e la seconda miglior difesa del campionato e ha ottime individualità”.\r\n\r\nDOBBIAMO MIGLIORARE\r\n”Tanti ritengono che se una squadra cerca di giocare non sia positivo, io penso il contrario e dunque prendo le parole di Jol come un complimento. Non abbiamo comunque giocato bene finora, in rapporto alla qualità e allo spessore di questa squadra. Possiamo fare meglio e stiamo cercando di ripristinare le qualità di tutti gli elementi”.\r\n\r\nLA CONTINUITA’\r\n“Dobbiamo inanellare una serie di risultati. Il lavoro settimanale può incidere notevolmente, anche se in questi giorni l’obiettivo è preparare le quattro partite che ci attendono. Dobbiamo crescere giocando, non allenandoci. Cerchiamo di stabilire cosa è mancato, dove migliorare. I mezzi sono tali da poter migliorare anche senza la settimana tipo. Sono curioso, come tutti, e so che in ogni percorso ci sono rallentamenti. Li metto in preventivo, a patto di riuscire ad accelerare subito. Comunque sono molto fiducioso, per due motivi: la valutazione tecnica dell’organico e l’attenzione che mi è stata data. I giocatori ascoltano e in campo fanno ciò che viene chiesto loro. Ora devo essere bravo a mantenere questa attenzione, perché nella quotidianità si rischia che diminuisca”.\r\n\r\nL’EUROPA LEAGUE UN PESO?\r\n“Come in tutte le cose ci sono i pro e i contro: l’Europa League non ti consente di prepararti e di crescere con gli allenamenti, ma ti dà la possibilità di confrontarti con squadre di spessore in una competizione importante. Siccome vincere aiuta a vincere, queste sono opportunità per indirizzare la squadra verso quel trend positivo che tutti ci aspettiamo”.

LEGGI ANCHE  Alex Sandro avverte: "Con le big il Porto fa partita della vita"

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi