West Ham-Juventus 2-3: interviste ad Allegri e Dani Alves

West Ham-Juventus 2-3: interviste ad Allegri e Dani Alves

West Ham-Juventus 2-3: interviste ad Allegri e Dani Alves

West Ham-Juventus 2-3: le interviste post-partita, Allegri soddisfatto dei nuovi, Dani Alves già perfettamente integrato nello spogliatoio

West Ham-Juventus 2-3: le interviste post-partita. Massimiliano Allegri è parso soddisfatto al termine dell’amichevole vinta a Londra. Al di là del risultato, la squadra è sembrata avere già un buon fraseggio. È chiaro che la condizione è ancora da migliorare e sono assolutamente da evitare le distrazioni sulle palle alte.

“E’ stato un buon allenamento – esordisce – , una bella partita giocata bene tecnicamente. A un certo punto abbiamo smesso, ci siamo guardati un po’ troppo allo specchio e abbiamo preso gol. Poi c’è stata un bella reazione, potevamo segnare il terzo gol già alla fine del primo tempo”.

“Sono soddisfatto – le parole riportate da ‘Sportmediaset’ – perché i ragazzi stanno lavorando bene anche se ora ci sono due gruppi con due condizioni diverse. Mancano 10 giorni al campionato e bisogna prepararsi al meglio sotto l’aspetto mentale. Anche perché fino ad ora la cosa che stona è che in quattro partite abbiamo sempre preso gol. Le cose migliori viste oggi? La gestione della palla, la proprietà di palleggio, la sicurezza in fase difensiva. I gol sono arrivati su palle alte, ma sono segnali su cui bisogna lavorare”.

È stata la prima gara giocata da Dani Alves, Higuain e Pjaca. Il brasiliano sembrava essere con il gruppo già da diversi anni, l’argentino è indubbiamente indietro atleticamente, il croato ha qualità da vendere.

“Hanno fatto bene, come tutti. Sono giocatori di spessore internazionale ed è facile metterli in campo per farli giocare. Attaccanti in gol? E’ un buon segno ma non avevo dubbi, perché sono quattro giocatori più Pjaca che sono molto forti”.

Infine, una battuta su Pogba. “Va allo United? Nessun saluto da fargli, ci sarà tempo per salutarlo”.

West Ham-Juventus 2-3: Dani Alves

Soddisfatto anche Dani Alves, che ha già dimostrato di poter dare una grossa mano alla squadra.

“Sono molto contento, stavo aspettando questo momento per poter sentire nuovamente il campo e conoscere i compagni. Stiamo lavorando molto duro in questo periodo ma sono molto felice. Abbiamo giocato abbastanza bene, potevamo segnare qualche gol in più ma faceva molto caldo e il campo era secco e non era facile muovere il pallone”.

“Siamo una grande squadra – prosegue a Juventus.com – , con grandi giocatori e sono contento di far parte di un gruppo super umile e che lavora tanto per raggiungere gli obiettivi. Sto super bene, alla fine quando giochi si nota il lavoro che fai e dobbiamo insistere. Il risultato ora non è importante ma serve per la fiducia per crescere a livello personale e collettivo”.

Un commento

  1. Biancuorenero

    Bravi Vi siete fatti scappare il centrocampista più forte del mondo per almeno altri 10 anni e volete vincere la champions…..ahahahahah fate ridere con lemina asamoah ecc.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi