Vucinic: "Fischierei Zeman ma gli devo tanto" | JMania

Vucinic: “Fischierei Zeman ma gli devo tanto”

Vucinic: “Fischierei Zeman ma gli devo tanto”

“L’importante è che vinca la squadra, se poi faccio gol io o lo fa un altro non è una cosa fondamentale”. Mirko Vucinic si esprime così in una lunga intervista rilasciata a ‘La Stampa’: dopo il pareggio di Firenze, il montenegrino è pronto a ripartire contro la Roma: “Fai tante partite in pochi giorni, e …

“L’importante è che vinca la squadra, se poi faccio gol io o lo fa un altro non è una cosa fondamentale”. Mirko Vucinic si esprime così in una lunga intervista rilasciata a ‘La Stampa’: dopo il pareggio di Firenze, il montenegrino è pronto a ripartire contro la Roma: “Fai tante partite in pochi giorni, e allora è normale che un po’ di stanchezza ci sia. Ma siamo andati a giocare su un campo difficile come Firenze: e siamo usciti con un punto. Imbattuti. Io insostituibile? No, no. Sono disponibile, non insostituibile. Ecco, l’ho incartata bene? Conte mi lascia in panchina? Lui è l’allenatore e lui decide”.

Con la Roma sabato sarà un crocevia importante per lo scudetto: “Sono arrivati due, tre giocatori di grande livello, però l’anno scorso abbiamo vinto lo scudetto, e in questa stagione dobbiamo rifare di tutto per vincere di nuovo il campionato. Vediamo alla fine”, aggiunge Mirko che non crede alla crisi di Pirlo. “A me sembra il Pirlo di sempre. E in allenamento è sempre il primo. Debito di ossigeno? Ha tanti di quei soldi che avere debiti per lui è impossibile”.

Arriva a Torino la Roma, impossibile non tornare indietro nel tempo: “Ho dei bellissimi ricordi, e il rimpianto, grande, di non aver vinto lo scudetto. Per l’ambiente, che è molto complicato: c’è tanta pressione. Perché via dalla capitale? Erano successe parecchie cose che non mi avevano più fatto stare bene. Zeman? Mi sono trovato bene, con il mister (Conte, ndr) bene. Loro vedevano, e vedono, se mi alleno o no. Il boemo un perdente? Secondo me ogni persona vorrebbe vincere, ma poi dovrebbe anche essere supportata dalle persone a sua disposizione. Cioè da squadre per vincere. Fossi un tifoso cosa farei sabato? Lo fischierei. Lo andrò a salutare, perché gli devo tanto, come giocatore”.

Intanto, nella giornata di ieri, Vucinic ha anche presentato il suo nuovo sito ufficiale ( www.mirkovucinic.com) che ha presentato così: “Era da tempo che ci pensavo. Avevo voglia di creare una piccola casetta online per condividere con tutti voi i miei pensieri, le mie giornate, quello che mi accade in campo e fuori. Un sito dedicato a voi e pensavo per voi che ogni giorno mi seguite con affetto. E allora iniziamo questa nuova avventura”.

Un commento

  1. Bravo Mirko mai una parola fuori posto da quando é alla Juve. Per quanto riguarda sabato basta che la metta dentro..

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi