Vidal: "Juve, ora devi dare il 110%" | Juvemania

Vidal: “Juve, ora devi dare il 110%”

Vidal: “Juve, ora devi dare il 110%”

“Mi chiamano ‘guerrero’, il guerriero, e mi piace. Descrive bene il mio gioco e il mio carattere”. Arturo Vidal si confessa in una lunga intervista rilasciata oggi al quotidiano sportivo milanese ‘Gazzetta dello Sport’: il cileno, che piano piano ha conquistato la fiducia del tecnico Antonio Conte, dei compagni ed è entrato nei cuori dei …

“Mi chiamano ‘guerrero’, il guerriero, e mi piace. Descrive bene il mio gioco e il mio carattere”. Arturo Vidal si confessa in una lunga intervista rilasciata oggi al quotidiano sportivo milanese ‘Gazzetta dello Sport’: il cileno, che piano piano ha conquistato la fiducia del tecnico Antonio Conte, dei compagni ed è entrato nei cuori dei tifosi bianconeri, ha le idee chiare anche sugli obiettivi di questa sua prima stagione con la Juventus: “Vincere lo scudetto e giocare la Champions”.
Dal Sudamerica all’Europa, la vita di Vidal cambia in tutti i sensi, com’è stato il primo approccio?

“Molto duro, a 19 anni. La lingua, il freddo, la gente, tutto della Germania era diverso da casa. Per due mesi restò il mio agente, poi da solo. A Torino? Meglio. Sto con la famiglia. Mia moglie Maria Teresa, e mio figlio Alonso, 2 anni e sei mesi. E poi, per il calore dei tifosi, la lingua, mi sento molto più vicino al Cile”.

Al centro di una diatriba di mercato, la scorsa estate, Vidal ha preferito i colori bianconeri al Bayern Monaco:

“Volevo la Juve: un grande club, conosciuto nel mondo e con un sacco di tifosi – spiega Vidal – Scelta fatta per soldi? No. Volevo venire in Italia, era il mio sogno. Non era un problema mio, semmai del Leverkusen”.

Il campionato italiano per molti è in crisi, non per Vidal, che lo ritiene di sicuro più difficile della Bundesliga.

“Qui è difficile giocare, contro qualsiasi squadra. Molto più duro della Bundesliga. Le prime panchine? No, sempre tranquillo. Sapevo che all’inizio dovevo prendere il ritmo, allenarmi e aspettare la mia opportunità. Problemi iniziali con Conte? Macché. Non ho detto nulla. Ero io che dovevo ascoltare e imparare, come si muoveva la squadra”.

Tra i compagni che lo hanno elogiato di più fin qui, c’è il compagno di reparto Claudio Marchisio: “corre per quattro, ha dichiarato il nazionale azzurro…

“Mi fa piacere, perché è un grande, e siamo uniti. Quando va lui resto io e viceversa. Abbiamo una buona intesa. Sorpreso dalla Juve? Sapevo che aveva avuto un brutto periodo, ma so che qua si gioca per vincere”.

Dove può arrivare questa Juventus? Secondo Vidal molto dipende dalle prossime due trasferte con Lazio e Napoli.

“Siamo forti, ma ora arrivano partite difficili e dovremo giocare al 110 per cento. Se vinciamo possiamo pensare che siamo forti e che per lo scudetto ci siamo anche noi. Il miglior complimento ricevuto? Che sono un incrocio tra Conte e Davids, due grandi”.

10 commenti

  1. “Io parlo a fine camponato”…grazie al caxxo panzer, a quanto pare ti piace vincere facile.Noi invece giudichiamo e commentiano ciò che abbiamo visto fino ad adesso.E fino ad adesso abbiamo visto una squadra unita, compatta, con pochi fronzoli per la testa e tanta voglia di lavorare e raggiungere qualcosa di importante attraverso il sacrificio.Di parole non ne ho sentite tante a differenza tua.Poi se alla fine o tra qualche settimana qualcosa non dovesse andare la criticheremo in maniera costruttiva , e non per il gusto di sparare minchiate…Sarà anche che non ci sia niente di cui gasarsi….ma non mi pare nè il momento , nè il caso di fare il menagramo………

  2. panzer da uando c’è conte tutti parlano meno e non dicono neanche quella parola che inizia x s e finisce x o

    poi a gennaio arriverano Kuzmanovic,Hummels si può davvero credere allo s……o della Juventus

  3. [email protected]

    *meno

  4. [email protected]

    infatti non lo sto mica offendendo ma li chiedo di parlare di men perche se notate i giornalisti lo hanno preso di mira da quando lui insieme a 3 compagni sono stati esclusi dalla nazionale cilena….

  5. [email protected]

    io parlo a fine campionato non adesso….non c’e niente da gasarsi….e se mi potete compatire e capire non vedo perche dovrei gasarmi a fine novembre….

  6. ma cosa ha fatto di Male the King Artur per ricevere queste offese grattuite dai voi suoi tifosi????mah non è colpa sua se i gionalisti lo cercano e gli fanno delle domande……mi sembra che la squadra sta crescendo e sta dando l’anima in campo + di questo cosa volete mah…

  7. Ma cosa intendi per meno parole e più fatti….?A me verrebbe da dire ma FATTI i caxxi tuoi…e non straparlare sempre su tutto solo per il gusto di farlo!

  8. Panzer mi sembra che quest’anno ci siano meno parole e + fatti grazie a conte e la squadra partita dopo partita esce con le magliete subate…Vidal in campo da l’anima

  9. Vidal corre come un pazzo. Se anche non segna recupera tonnellate di palloni. Va bene così.

  10. [email protected]

    meno parole e piu fatti ed inoltre se vidal impara a dosare piu energie sarebbe piu forte….

    piu veloce nei passaggi e tira qualche volta!!!!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi