La verità di Antonio Conte sull’addio, la Juve fa muro

La verità di Antonio Conte sull’addio, la Juve fa muro

La verità di Antonio Conte sull’addio, la Juve fa muro

Spuntano nuovi dettagli sull’addio di Antonio Conte alla Juventus, ma la società non contempla versioni diverse da quella ufficiale

Antonio-Conte-conferenza-2013Sono passati sei giorni dall’addio di Antonio Conte alla Juve con il conseguente arrivo di Massimiliano Allegri, eppure ancora non si è capito molto bene cosa sia successo realmente tra allenatore e società. Pavel Nedved dalla Repubblica Ceca ha fatto sapere che Conte fosse solo stanco e stressato dopo tre stagioni al limite. Secondo ‘Tuttosport’ di oggi, lo stress sarebbe solo una piccola parte di verità: alla base dei dissidi pare ci fosse la strategia non comune sulla crescita della squadra e il mancato arrivo di Juan Cuadrado dalla Fiorentina.\r\n\r\nAl di là di dichiarazioni ufficiali, lettere e video, rimangono ancora zone d’ombra nel divorzio tra Conte e la Juventus. La decisione non è stata fulminea, come potrebbe sembrare, ma maturata da maggio alla settimana scorsa: lo scollamento è stato progressivo ed inesorabile anche per questioni di mercato. Il tecnico salentino ha chiesto alla società l’acquisto di Cuadrado, qualunque fosse il prezzo: i rapporti non buoni con la Fiorentina e il prezzo salito alle stelle per l’intromissione di Bayern Monaco e Barcellona, hanno reso l’affare impossibile. In generale, Conte voleva una conduzione diversa del mercato per la crescita globale della squadra, con l’obiettivo comunque di primeggiare in Europa.\r\n\r\nDa un lato, dunque, c’era la rivoluzione della rosa chiesta da Conte (via 10 giocatori), dall’altra il piano dei piccoli passi della società: la Juventus non avrebbe mai “imposto” la vittoria della Champions, ma Conte temeva che la chiedessero i tifosi e non avrebbe potuto accontentarli. Insomma: “se non vinco in Europa mi brucio agli occhi della piazza”, un pensiero che rivaluta e non poco Massimiliano Allegri, un tecnico che ha accettato una sfida quasi impossibile, ossia di eguagliare Conte in campionato e fare meglio in Europa. Se non ci riuscirà, il toscano rischierà di bruciarsi, se invece dovesse conquistare lo scudetto e arrivare anche solo ai quarti di Champions…\r\n\r\nDi sicuro Antonio Conte rimane juventino a vita e un suo ritorno non è escluso: il tecnico se n’è andato senza attaccare nessuno, lasciandosi una porta aperta per il futuro. La società, però, ha fatto muro e continua a negare dissidi di mercato e piani di crescita: Conte sapeva bene che non poteva prentendere colpi da 40 milioni, quando ci sono club stranieri che solo tramite lo sponsor tecnico e il main sponsor portano a casa 160 milioni di euro l’anno, contro i circa 30 dei bianconeri. Stress e motivo personali sono la motivazione della rottura secondo il club e non si accettano altre versioni.

LEGGI ANCHE  Alex Sandro avverte: "Con le big il Porto fa partita della vita"

37 commenti

  1. « I soldi non valgono l’amore per una maglia e io ne ho due, una bianconera e una azzurra. »(Lettera di Caligaris in risposta ai dirigenti del Valencia, che volevano ingaggiarlo)\r\nQuesto era un vero juventino\r\nE basta\r\nI tre scudetti non sono merito solo di conte ma di tutta la juve\r\nTutto il resto sono chiacchere da bar

  2. Le incomprensioni tra Antonio Conte e Marotta incominciano all’inizio della sua avventura in bianconero. Il suo intento, da allenatore della Juventus, era quello di riportare in alto la società bianconera in Europa, con i giusti inserimenti nella sua formazione, ma che purtroppo con il tempo si è rivelato semplice utopia. Alcuni giocatori arrivati a parametri zero, che aldilà del valore e dell’importanza dei singoli, hanno snaturato il credo tattico voluto ed immaginato da Conte per la Juventus; in più se aggiungiamo alcuni acquisti non proprio in linea con le indicazioni dell’allenatore, altri mancati come Nainggolan ed Iturbe ma la lista sarebbe troppo lunga, rappresentano la punta dell’iceberg che hanno portato al divorzio tra Conte e la Società. La sig.ra Emma Agnelli recentemente ha twittato lo sconcerto di A.A. e di tutta la famiglia per quanto accaduto, dirottando tutta la colpa sul nostro Mister. Conte avrebbe anche gradito il doppio ruolo di allenatore_manager, forse perché non si fidava di Marotta & P. e la Società ha contrapposto un netto rifiuto. In questa vicenda, come la storia bianconera insegna, ha prevalso la logica dell’assetto societario voluto dai F.LLI Agnelli; nessun doppio incarico all’interno della Società, per non creare confusione nei ruoli. Aldilà di tutte le congetture possibili ed immaginabili, allo sconforto di noi tifosi juventini nessuno ha pensato.

  3. @Capitan Sparrow,anche tu ” vecchio fratello juventino”, ovviamente vecchio come tifoso, ho ricordato la “vicenda Sivori” per sottolineare che la Juve ha sempre seguito la stessa linea d’azione” la Società e la squadra Juve” assolutamente al di sopra di tutto e di tutti. Pensa che ho un paio di amici ex juventini che hanno perso la fede, juventina, dopo la cessione di Sivori e hanno tifato Napoli allora finchè c’è stato Sivori, lui era un fuoriclasse assoluto che si lasciava “maltrattare”solo dal grande, immenso John Charles. Futuro Juve? Ho letto oggi che il Real ha chiuso per Rodriguez, capocannoniere del mondiale, 80 milioni dopo Kross, 30 milioni più 12 all’anno al giocatore, idem il Barca, 80 milioni per Suarez e non si è ancora mosso il MANUTD, Sanchez poi 40 milioni ed è notizia di oggi che il Liverpool ha pronti 190 milioni per il mercato. Cifre pazzesche, inquietanti, contratti ai giocatori che giudicare “irragionavoli” è un’eufemismo. Con uno scenario simile cosa fare? Una sola cosa, mettersi all’angolo e cercare di ” prenderne” il meno possibile, fare di necessità virtù cercando di crescere giovani di talento, far crescere il fatturato che ti permetta di cominciare ad “uscire dall’angolo”, non c’è altro da fare quindi salta subito alla mente che sì, perdere Conte è stato un fatto DOLOROSO, specie se associato al fatto che lui ci ha fatto rinascere, ma forse è proprio quello che ho riportato qui sopra il motivo che lo ha fatto “desistere”, cioè l’impossibilità di COMPETERE a quei livelli, oltre, forse, al logorio intravisto da lui in certi giocatori. Direi che se riusciamo a tenere i nostri BIG è già buona cosa. Allegri, come ho detto, è una scommessa della società,un’aziendalista, se risulterà vincente bene, altrimenti si vedrà ma, per dirla con BIG Luciano, per caso non avreste mica voluto vedere Mancini sulla nostra panchina, Dio ce ne scampi!

    • Sai, Bruno, perché sono juventino? Perché, ragazzino che neanche sapeva cosa fosse il calcio,fui preso dalla delicatezza e dalla sportività di un uomo che col suo fisico avrebbe potuto picchiare tutti, invece interuppe un’azione gol per soccorrere il portiere.Si chiamava John Charles…..

      • @Sparrow, sì, noi che lo abbiamo conosciuto, io l’ho visto pure giocare, contro il Padova che allora era allenato dal paron Rocco, sai le sportellate coi difensori patavini, roba da far venire la pelle d’oca, noi dicevo, sappiamo di cosa era capace il grande John, fisico imponente e indistruttibile e cuore tenero come quello di un bimbo!

  4. @Pimenghi, sicuramente le “colpe”, ma non parlerei di colpe piuttosto parlerei di “diversità di vedute”, stanno da entrambe le parti ma, dici di ” CONTE ” cuore bianconero? Io ho pianto quando la Juve è stata condannata alla serie B, Conte invece NON HA VERSATO UNA LACRIMA durante la conferenza stampa, anzi, sembrava un cane bastonato al quale hanno rubato l’osso. Mi dica pubblicamente che ha pianto per la Juve in B e lo considererò AUTENTICO CUORE JUVENTINO!

  5. @Pimenghi, innanzitutto mi chiedo se sei juventino. Se lo sei , dai le dimissioni da juventino, se non lo sei vai a postare sul sito della tua eventuale squadra. Detto questo, la Juve di Lippi ha dominato in Europa per anni, raggiungendo finali a volontà vincendone solo SOLO? una, quindi come allenatore aveva SCELTO bene eccome. Ma nello sport, come nella vita spesso conta il fattore C e lo dimostra il fatto che nella semifinale col Real, dopo che la Juve aveva dominato in lungo e in largo quella champions perse Nedved, uomo simbolo e determinante, per un banale cartellino giallo e perse quella champions ai rigori. Quindi accusare gli Agnelli e La Juve di non aver fatto nulla è quantomeno da BUGIARDI E DA ANTIJUVENTINI. Poi, mi spieghi quale società Europea, non dico italiana, sarebbe ancora in lega pro, quale società europea sarebbe sopravvissuta a FARSOPOLI con un danno stimati di 450 milioni. Concludo, è stupefacente che ci sia in giro gente come te che parla solo per dare aria alla bocca, ripeto, per rispetto della JUVE e della sua gloriosa storia abbi il pudore di tacere.

    • Per fortuna io do aria alla bocca, mentre credo tu dai aria a qualcos’altro.\r\nQuindi cerca di calmarti e accetta tutte le opinioni, perché credo siano tute più o meno condivisibili.\r\nIl totalitarismo dei giudizi credo sia finito da molto tempo.\r\nPoi non credo tu sia la bocca della verità così come non credo tu sia un giudice estremo da poter considerare chi e’\r\nJuventino e chi no.\r\nIo penso,e continuerò a pensarlo, che la proprietà( vecchia ed attuale) possa fare molto di più di ciò che fa per il bene della Juve e che abbia sempre il braccio corto quando c’è da spendere; anzi di proprio non spende niente.

    • Sei un dipendente della famiglia Agnelli?

    • @Pimenghi, non so a che pro tu abbia innescato questa polemica, no, non sono dipendente Agnelli, ma orgoglioso JUVENTINO da oltre 60 anni, quindi faccio, nel mio piccolo, parte della storia della Juve. La Juve è di proprietà da sempre, quasi, della famiglia Agnelli e loro. e solo loro e i loro azionisti, possono disporre delle loro proprietà e per questo meritano il massimo rispetto, questo indipendentemente dal fatto che io sia juventino o no, ma lo dico anche per quel che riguarda altre squadre. Detto questo ricordo che la Juve, nonostante il grave danno economico e d’immagine subito da FARSOPOLI, ha uno Stadio di proprietà, unica in Italia, e sono curioso di vedere con quali e quanti soldi PUBBLICI FARANNO LO STADIO gli altri, a buon intenditor, e ha acquisito l’area della Cantinassa per infrastrutture all’avanguardia che arricchiscono il patrimonio della Società, sì perchè le squadre di calcio sono A Z I E N D E a tutti gli effetti e come tali devonp tenere i conti in ordine e valorizzare il LORO CAPITALE. La JUVENTUS F.C. è avanti almeno 10 anni rispetto a tutte le altre squadre e ciò è dovuto alla LUNGIMIRANZA della famiglia Agnelli e dei suoi dirigenti, altro che braccio corto. Stai sereno che fra 100 anni la Juve ci sarà ancora, altre società non ne sono sicuro. FOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOORZA JUVEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE forever!

      • Mi dispiace se ho dato e do l’impressione di fare polemica. Sono anch’io tifoso della Juve da più di sessant’anni e mi fa arrabbiare quando faccio il confronto di quanto hanno speso, per le loro società, l’onesto dirigente Moratti e l’esimio politico Berlusconi.\r\nSiamo onesti, se gli Agnelli avessero speso una cifra abbastanza simile a quella versata da questi signori, la Juventus avrebbe vinto ben altre champions.\r\nL’assunzione di Allegri, poi, mi ha fatto andare su tutte le furie!\r\nCome si fa ad ingaggiare un allenatore che, fino a ieri, ci sputtanava un giorno si è un no?\r\nNon vi era nessun altro? O era già tutto programmato?\r\nIo sono ancora scottato dalla inesistente difesa della proprietà contro il giudizio antisportivo di farsopoli. \r\nCordiali saluti e, come dice lei, Juve continua a vincere!

        • Molto bene, fratello juventino, anche tu da sessant’anni, quindi dovresti ricordare che fecero fuori un certo Omar Sivori e scelsero H.H.2, sergente di ferro che aveva detto al grande Omar, secondo me uguale a Maradona, o Lei si mette a correre o cambia aria, la società gli fece cambiare aria. Hai citato Moratti e Berlusconi, compagni di merende e principali responsabili di FARSOPOLI, a quale scopo? Quello di “distruggere” una delle più forti squadre d’Europa, dove saremmo oggi senza FARSOPOLI? Detto questo dove sono e con quali prospettive? Ancora, come mai da quel MALEDETTO 2006 il calcio italiano ha fatto la misera fine che stiamo osservando? Allegri dici? Abbiamo digerito, mai del tutto, per la verità, Ancelotti al quale IL GRANDE MOGGI ha insegnato a fare l’allenatore , ma ha vinto altrove, da noi si è “mangiato” 2 scudetti quasi vinti e una semifinale champions con la Juve avanti 2 a 0 in casa. Capello poi, a mio avviso il più grande antijuventino di tutti i tempi. Come vedi Allegri è rose e fiori al confronto e comunque l’ennesima scommessa di una Società che dimostra comunque coraggio e determinazione. Un saluto a te, “vecchio juventino” e un’augurio di altri cento anni di tifo BIANCONERO JUVENTINOOOOOOOOOOOOO

          • Vedi a me piace il calcio, il bel calcio!\r\nLa Juve di Conte, in alcune circostanze, lo ha manifestato: erano anni che non si vedeva questa squadra giocare così.\r\nE’ questo che non ho capito e, se non sarà chiarito in modo veritieri, non riuscirò a comprenderlo: come fa un presidente a non intuire le intenzioni del suo allenatore? E come fa un allenatore, tifoso sfegatato e lo ha dimostratato, ad abbandonare la nave in questo modo?\r\nAvremmo la possibilità, noi tifosi, di conoscere un po’ di più tutta la faccenda?\r\nIl calcio, secondo il mio modesto parere, non è solo bussines ma anche calore, passione: questo la dirigenza lo deve sapere!\r\nIo vivo lontano da Torino, ma sono abbonato a Sky ed anche al canale Juventus; non mi sono assolutamente piaciute le ultime interviste fatte.\r\nA sentire questo canale tutta la colpa viene addebitata a Conte!\r\nCosì non va bene.

          • Ciao Bruno\r\nhai ragione, la società fece fuori Sivori per Heriberto Herrera e i risultati non furono meravigiosi, a parte uno scudetto più buttato via dall’Inter (a Mantova, in un felice prologo del 5 maggio) che vinto dalla Juve. HH2 fu l’antesignano del gioco a zona, col suo movimiento, e allora non capimmo a cosa saremmo andati incontro negli annisuccessivi: progressiva emarginazione dei giocatori tecnici (concordo sul fatto che Omar fosse molto vicino a Maradona) a vantaggio dei giocatori di fisico e movimento (Ricordi la nazionale di Sacchi con Massaro centravanti e Signori, capocannoniere e attaccante micidiale, relegato a fare l’esterno sinistro? Quanto ad Ancelotti, fu sfortunato perché incappò nelle due annate “horribilis” di un grande portiere come Van der Sar, che da noi si dimostrò una sciagura, altrimenti avrebbe vinto due scudetti a mani basse (pioggia di Perugia e cambiamento delle regole in corso a parte). Capello poi, beh, hai ragione: il più grande antijuventino almeno fra gli allenatori che si sono seduti sulla nostra panchina; oltretutto ha fatto figure in Europa peggiori di quelle degli ultimi anni, e con una squadra che avrebbe giocato per 8/11 la finale mondiale. Questo però non vuol dire che si possa accettare Allegri come il salvatore della patria da quell’antijuventino di Conte (perché è questo che si legge in molti post di questi giorni). L’articolo di ieri parlava di un Conte che chiedeva a gran voce un ricambio dei suoi giocatori; la domanda che mifaccio è: non è che tre anni giocati senza risparmio fisico ed emotivo possano aver logorato molti? Al di là delle sue manifestazioni di antijuventinità, è questa la maggior preoccupazione che ho in merito ad Allegri. Finora, a parte Evra, ottimo acquisto che porterà molto al gioco d’attacco, più che di difesa dove peraltro è molto capace, la squadra è la stessa: sarà in grado Allegri di gestire il logorio fisico e mentale della squadra? In conclusione, anche io ho superato i 60 anni e non ti nascondo che nel 2006 avevo perso le speranze ditornare a vedere una grade Juve: sarò sempre grato ad Antonio per avermi restituito la mia squadra, almeno in Italia. Anche qui hai ragione; non sai quante volte mi sono chiesto dove saremmo ora senza calciopoli, ma non mi rispondo: non voglio farmi male

  6. @Pimenghi\r\n1:”Allora dimmi: in proporzione alla quantità di scudetti quante champions ha vinto la Juve?\r\nE di una vinta proprio non mi vanterei: in presenza di tanti morti mai avrei giocato la partita.”\r\n\r\n2:”Aspetta e spera così farai la fine di quello descritto in un antico proverbio: chi vive sperando muore ca….”\r\n\r\n3:”Il tuo discorso e’ di una tale stupidità e talmente fuori dalla realtà che non vale nemmeno commentarlo.”\r\n\r\n4:”Ma secondo te gli scudetti li ha vinti Conte o Agnelli?\r\nQuante champions hanno vinto gli Agnelli in quarant’anni di storia juventina?\r\nQuale è il merito di AA per essere così osannato da parte tua?\r\nQuanto capitale personale ha immesso nella Juve per renderla ancora più competitiva?”\r\n\r\n5:”Supini in eterno alle volontà della grande famiglia Agnelli!”\r\n\r\nLi ho messi in fila così per capire meglio, io non sono solito offendere, ma personalmente credo tu sia un Pirla.\r\nE si.. gli Agnelli non hanno fatto nulla per la Juve, tu sai tutto e puoi dispensare sapere a noi insipienti.Grazie.

    • @Bennuz, condivido al 100% quanto asserisci nel tuo commento. Purtroppo, di saputelli e presuntuosi come Pimenghi, esistono e …………………. anche loro hanno diritto a dire ciò che pensano (se non offendono nessuno).

      • Ditemi quali sono le offese.\r\nHo la presunzione di conoscere abbastanza bene la lingua italiana e non mi sembra di aver offeso nessuno.\r\nSe voi avete trovato delle offese da parte mia indicate mele.\r\nGrazie.

    • @pimenghi\r\nvedi che non sono l unico che pensa tu sia un pirla?

    • Ora ho capito da chi arrivano certi commenti: io, se ha letto e compreso bene, non l’ho mai insultata!\r\nDetto questo e fatte queste considerazione il suo “Pirla” non mi sfiora neppure.\r\nOgnuno, comunque, può esprimersi come e’ in grado di farlo.

    • Ciao Bennuz\r\nprobabilmente avrai letto altri miei post sull’Heysel; ero lì e tu assicuro che non giocare la partita avrebbe provocato un bagno di sangue. La curva juventina si era resa conto di quello che era successo, e se si fosse sgomberato lo stadio senza giocare ci sarebbe stata una vera e propria battaglia fra gli animali inglesi, ubriachi e strafatti, e gli juventini imbestialiti per quanto avevano visto fare ai propri compagni di tifo. La partita servì proprio a questo: da un lato il calcio sedò un pò gli animi, dall’altro consentì alle forze (?) di polizia di organizzare un rapido deflusso dei tifosi inglesi evitando ulteriori tragedie. Quello che non andò fu l’esultanza di alcuni giocatori bianconeri, e forse la società avrebbe fatto bene a restituire quella coppa. Questo però vogliamo dirlo noi, che abbiamo vissuto quella tragedia; può dirlo anche il tifoso juventino, che di fronte a quella traagedia si pone con un profondo rispetto. Quello che non accetto è che venga detto da giornalisti faziosi o da personaggi che non vedono l’ora di infangare quei morti, ma questa è un’altra storia…..

  7. Oh ma a un certo punto anche chissenefrega di perche’ se ne e’ andato. Se ne e’ andato, basta, punto, guardiamo oltre. Se ne va il 15 luglio con un mese e mezzo di mercato davanti .. Vuole Cuadrado manco fosse Maradona, a qualunque prezzo, quando sa benissimo che con la viola non e’ aria. Diciamo pure che aveva paura di fallire e ha preferito dileguarsi .. Va bene, non e’ un problema. Non ho fatto i salti di gioia per l’arrivo di Allegri ma neanche mi strappo i capelli, la squadra c’e’. Benvenuto Max, sinceramente.

  8. il male di noi tifosi e’ uno solo sostituirci alla societa’ Juventus.il sig.conte ha lasciato la squadra in balia del nulla dello strangolamento totale i cui effetti potrebbero essere distuttivi:questo sig.re non ama la juve ma il dio denaro…….ne sono certo al cento x cento.ricordatevi il presidente cobollo……tutti noi ad invocare aa.ora siamo incazzati verso questo grande presidente che ha portato la nostra amata a vincere tre scudetti di fila.la juve rimane e’ da 114 anni che esiste ed in questo tempo quanti mister sono passati?alla corte della signora?un solo consiglio a tutti voi che amate la juve,vogliamoci un mondo di bene,perche’ la juve si ama non si discute,per tutte le altre incombenze la societa’ sa cosa fare.forza immensa juve ti voglio un bene dell’anima.franco

    • Il tuo discorso e’ di una tale stupidità e talmente fuori dalla realtà che non vale nemmeno commentarlo.

    • Ma secondo te gli scudetti li ha vinti Conte o Agnelli?\r\nQuante champions hanno vinto gli Agnelli in quarant’anni di storia juventina?\r\nQuale è il merito di AA per essere così osannato da parte tua?\r\nQuanto capitale personale ha immesso nella Juve per renderla ancora più competitiva?\r\nEcco, rispondi a questo e poi sii obiettivo!

      • buffon chiellini barzagli bonucci pirlo marchisio pogba vidal asamoah llorente tevez caceres lich etc.\r\nttutti nazionali, secondo te in campo correvano loro o correva conte? e chi glieli ha messi a disposizione?\r\nsai qual’è la colpa degli agnelli in champions? è non aver mai scelto degli allenatori da champions.\r\nche cosa ci può fare agnelli se il trap con 8 giocatori della nazionale campione del mondo più platini e boniek (i migliori giocatori europei) perde contro gli sconosciuti dell’ amburgo senza tirare in porta? e cosa ci può fare se la squadra più forte del mondo allenata da tal capello si fa eliminare una volta da una squadra di ragazzini guidati da un diciassettenne, e l’altra dal liverpool lontano parente dello squadrone degli anni settanta? e ancora che ci possono fare gli agnelli se le finali degli anni 90 sia lippi che moggi hanno dimostrato non saper gestire nè le vigilie nè le partite?\r\nquanto scritto è un mio personale pensiero, ma sono convinto che se quelle squadre fossero state allenate da boskov, heynkes van gaal hiddink advoocat molto probabilmente avrebbero vinto 5/6 campionati in meno, ma avrebbero vinto 4/5 champions in più, tenuto conto delle squadre che abbiamo incontrato.

        • Ecco queste sono considerazioni credibili, ma certamente opinabili nel momento in cui dici che gli allenatori assunti, negli anni, dalla Juve non sono mai stati in grado di far vincere la squadra in Champion e contemporaneamente affermi che con allenatori come Boskov, van Gaal, ecc. la Juve avrebbe vinto la Champion.\r\nTutto questo senza colpe della dirigenza e degli Agnelli! Ma chi sceglieva l’allenatore?\r\nChi era così bravo da scegliere allenatori perdenti(in Champion)?\r\nPosso capire che i giocatori venissero scelti in armonia con l’allenatore e, quindi, con “colpe” anche sue, ma la scelta dell’allenatore e’ inequivocabilmente della proprietà.\r\nSono opinioni personali e, quindi, tutte opinabili.

          • se leggi bene il mio post c’è scritto: “sai qual’è la colpa degli agnelli in champions? “\r\nquindi la tua osservazione “Tutto questo senza colpe della dirigenza e degli Agnelli! Ma chi sceglieva l’allenatore?” è fuori luogo.\r\nspecificato questo, gli allenatori li sceglievano boniperti prima e moggi dopo.\r\ne non hanno mai sacrificato il campionato all’europa; o forse non conoscevano l’inglese.

    • Sono d’accordo con Franco la Juve resta la Juve gli altri nn contano NULLA.

  9. Ha lasciato la Juve in ritiro, tante buone cose al capitano di mille battaglie, ma ormai lui non è più parte della Juve, che avesse voluto Cuadrado, Ronaldo o Pelé cambia poco.Sotto sotto spero che lo prenda il PSG, che trovi la Juve in CL e che venga sbattuto fuori proprio dalla vecchia signora tradita.

  10. sanguebianconero

    La società non ci venga a raccontare balle !!!!!!\r\nmi meraviglio del mio mito Pavel number one !!!!\r\nl’unico e vero motivo alla base della rottura con Conte è stato solo il mercato: Conte voleva più di un rinforzo per migliorare e ricanfrescare la rosa dei giocatori, mentre la società sempre un po’ corta di mano ed ora ancor più attenta al bilancio da quando è una Spa non ha intenzione di spendere più di tanto !!!!!!\r\nE noi tifosi bianconeri ce ne dobbiamo fare una ragione !!!!!

    • Ma dopo quarant’anni di proprietà Juve da parte della famiglia Agnelli o pseudo imbastarditi chi, di noi tifosi, crede ancora a questa dirigenza.\r\nQuando mai hanno speso per fare una squadra da Champion?\r\nSolamente con Moggi e Giraudo la Juve era riuscita a completare una squadra efficiente, ma proprio per questo la proprietà, impaurita del “potere” che questi due signori stavano acquisendo, si è accomunata nel diffamarli e,poi, nel colpevolizzarli con l’aiuto di quell’onestissimo signore, allora proprietario dei prescritti.\r\nLa Champion, noi juventini, la vedremo certamente su altre maglie di altre squadre italiane ma non sulle maglie della ns.amata Juve.

    • corta di mano…….non mi sembra proprio alla luce di quanto fatto sino ad ora……se invece voleva dettare chi prendere allora……. non era compito suo al 100%……Ma i soldi li mettiamo noi ???????

      • Allora dimmi: in proporzione alla quantità di scudetti quante champions ha vinto la Juve?\r\nE di una vinta proprio non mi vanterei: in presenza di tanti morti mai avrei giocato la partita.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi