Una sconfitta ogni 43 partite ci può stare anche se fa male | JMania

Una sconfitta ogni 43 partite ci può stare anche se fa male

Una sconfitta ogni 43 partite ci può stare anche se fa male

(Di Alessandro Magno) Prima o poi doveva succedere. Spiace sia successo in una finale, seppure della Coppa Italia, coppa da sempre snobbata da tutti, che però quest’anno ha avuto un grande lustro, direi grazie e soprattutto, alla nostra presenza. La Juve è arrivata a questa finale dopo una settimana di feste e bagordi e diciamo …

(Di Alessandro Magno) Prima o poi doveva succedere. Spiace sia successo in una finale, seppure della Coppa Italia, coppa da sempre snobbata da tutti, che però quest’anno ha avuto un grande lustro, direi grazie e soprattutto, alla nostra presenza. La Juve è arrivata a questa finale dopo una settimana di feste e bagordi e diciamo che qualcuno (Vidal su tutti) non era proprio in condizioni presentabili. Nonostante questo, il Napoli eccetto i primi minuti con un colpo di testa di Zuniga e nel finale con i gol fatti rigorosamente in contropiede come sua consuetudine, non è mai esistito. L’unico giocatore napoletano vivace è stato Lavezzi, forse perché in procinto di lasciare questa casacca. Cavani è stato inesistente e anche Hamsik non s’è visto mai. Questa è una precisazione doverosa che andava fatta perché ci sono molti (troppi) che oggi stanno raccontando una partita diversa da quella che si è vista ieri. La Juve non meritava di vincere questo lo dico chiaramente, perché nel calcio vince chi fa gol, e quindi la vittoria del Napoli è più che legittima, ma parlare di grande Napoli, di lezione di calcio ecc. mi pare alquanto esagerato. Mi sono piaciute le parole di Mazzarri che ha sottolineato quanto sia difficile battere la Juve che non era mai stata battuta fin qui, nonostante come detto ieri siamo stati tutt’altro che perfetti. Mi han fatto sorridere quelle di De Laurentis dette sull’onda di un entusiasmo esagerato, mentre trovo ridicole quelle di certi tifosi del Napoli secondo il quale sono adesso Campioni d’Italia (come noi o magari più di noi, non lo so bisognerebbe chiederglielo). Mi è comunque piaciuta molto la reazione della nostra squadra dopo l’1-0, reazione che ha portato il Napoli a rimanere schiacciato nella propria metà campo per diversi minuti, segno che se avessimo giocato con quella grinta da subito probabilmente staremmo qui a raccontare un’altra partita. Mi sono piaciuti molto gli sguardi arrabbiati dei nostri giocatori e del nostro Mister, segno che comunque ci tenevano e che si stanno abituando a non perdere, e che le sconfitte non gli fanno certo piacere. Grazie a Dio ci stiamo allontanando sempre più dalle sconfitte coi sorrisi, baci e abbracci che tanto ci han fatto arrabbiare negli anni passati. Mi è piaciuta moltissimo la standing ovation fatta dalla nostra Curva ai nostri ragazzi, che guidati dal Capitano sono andati fin sotto per riceverne l’applauso. Doveroso ringraziarli per questa stagione entusiasmante e primi segnali di una piccola cultura sportiva che avanza e che noi Juventini che spesso primeggiamo in molte cose abbiamo sposato appunto prima di tutti. Mi ha lasciato abbastanza indifferente il fatto che la curva napoletana abbia fischiato l’inno. Sono uno che si emoziona quando sente Fratelli d’Italia ma eviterei di metterla in tutte le salse, compresa una finale di Coppa Italia. Oltretutto i fischi bisogna vedere se sono diretti all’inno (cosa che non credo) oppure ai politici riuniti in tribuna (quasi sicuramente tutti entrati a scrocco). Allora quei fischi prendono anche un senso diverso. Si fischia contro lo Stato non contro l’inno e lo Stato in questo momento se li merita tutti. Più dei fischi, infatti , mi fanno arrabbiare le parole del Presidente del Senato Schifani che si sentirebbe offeso e indignato. Visto il periodo storico che stiamo vivendo, i sacrifici che stanno facendo gli Italiani e i sacrifici nulli che stanno facendo i politici come lui, farebbe bene a sentirsi indignato quando ritira lo stipendio.

Tornando alla partita sono diverse le cose che non mi sono piaciute. La prima è il commento della Rai. Faziosi all’inverosimile. Riescono a mettersi a discutere per mezz’ora su un fuorigioco di almeno un mezzo metro di Cavani continuando a dire che è ”dubbio”, e liquidano il probabile rigore su Marchisio in venti secondi. Si ha davvero l’impressione di seguire un commento pro Napoli dello stile dei commentatori faziosi di Mediaset. Peccato che siamo sulla Rai e il canone lo paghiamo tutti. Cosa non mi è piaciuto ancora è stato l’arbitraggio. Timido e inadeguato. Ha permesso ai napoletani di picchiare all’inverosimile. Solo nel primo tempo ci sono almeno quattro falli da dietro su Del Piero da parte di Campagnaro, e incredibilmente per nessuno viene ammonito. Ha permesso a Lavezzi di fare una serie infinita di simulazioni a ogni tocco di palla, specie nel primo tempo. Ha permesso alla quaterna arbitrale di ricevere un sacco di insulti da parte dei giocatori napoletani senza battere ciglio. Ci sono almeno 3 labiali che si vedono chiaramente dalla diretta tv: Cavani e Aronica con dei ”vaffanc…” all’arbitro, e nel caso di Cavani c’è anche il labiale dell’arbitro che gli dice: ”Tu a me non mi parli così”, quindi ha sentito. Poi Campagnaro (sempre lui) che dice al quarto uomo Bergonzi per ben due volte di seguito: ”Ti han pagato prima della partita”. Tutto questo senza nessuna sanzione e anche Bergonzi ha chiaramente sentito visto che con Campagnaro sono viso a viso . Mi spiace aver perso contro questo Napoli anche per questo motivo, perché sono una squadra sinceramente sgradevole a iniziare dal comportamento dei giocatori. Ultima cosa che non mi è piaciuta è la solita solfa di qualche tifoso juventino che se l’è presa con Del Piero dicendo l’ormai monotono: ”Avete visto tutti”. Allora, Del Piero ieri non ha giocato la partita più bella della sua vita, ma non ha giocato sicuramente peggio di altri. Tuttavia gioca a calcio e come tutti a volte gioca meglio a volte gioca peggio. Se dovessimo dare un giudizio ai giocatori solo per la partita di ieri, allora Vidal è un broccaccione, il sostituto di Del Piero che è stato Vucinic non è proprio un giocatore di calcio visto che il suo impatto sulla partita è stato tutt’altro che devastante e Cavani, che è stato inesistente tutta la partita salvo accorgerci che c’era quando ha tirato il rigore, non è proprio un giocatore da prendere. Questo giusto per dirne tre. E basta con questa storia su! Da domani non ci sarà più chi catalizzerà tutta la vostra attenzione su di sé. Pregi e difetti, gioie e dolori. Chi con la sua classe nasconderà a volte le magagne della squadra. Perché ieri s’è visto chiaramente che la nostra squadra di classe a parte Buffon, Pirlo e Del Piero ne ha davvero poca. Questa squadra per vincere deve correre ed esser affamata, se non lo fa è una squadra normale. Ultima considerazione la faccio per i tifosi napoletani che giustamente sono contenti di aver vinto la Coppa Italia, ma come loro consuetudine esagerano. Come non siete Campioni d’Europa per aver battuto una volta il Chelsea, così non siete Campioni d’Italia per aver battuto una volta la Juve, siete vincitori della Coppa Italia 2012 che a mio modestissimo giudizio e a memoria non comporta l’essere campioni di nulla. Che vi piaccia o no, anche se questa volta ci avete battuto e ve ne diamo merito e vi applaudiamo, I CAMPIONI D’ITALIA SIAMO NOI! Voi non siete arrivati neppure secondi, ma quinti. Dietro Milan Udinese e Lazio. Per cui buona Europa League per il prossimo anno e arrivederci alla Supercoppa Italiana!

21 commenti

  1. ciao giampiero col napoli palle giocabili agli attaccanti non ne sono arrivate per nulla, ne dalle fasce ne e sopratutto dai centrali (vidal e marchisio). pirlo ha provato a tessere trame ma anche lui non e’ riuscito a smarcare quasi mai nessuno. Detto questo gli attaccanti non sono stati serviti per niente ma nemmeno si son riusciti a creare occasioni da soli e quesa comunque e’ una pecca del gioco di conte che quando fatto bene riesce a mandare in gol un po tutti ma che sfianca gli attaccanti. Infatti degli attaccanti di conte nessuno ha segnato tantissimo in stagione. Per quanto riguarda la poca qualita’ della squadra ho scritto in precedenza e concordo spero che del piero sia sostitutito da gente con i piedi buoni e non da corridori che affettivamente di quelli ne abbiamo abbastanza.
    Prenderei un centravanti potente come higuain o cavani ma anche un brevilineo tipo suarez o giovinco. Non mi sarebbe dispiaciuto palacio molto adatto al gioco di conte e anche a buon prezzo Ma ce lo siam gia fatti soffiare.
    Per quanto riguarda il non tifare spero sia stato lo sconforto di un momento gian piero perche’ tutto passa giocatori e presidenti ma la juve resta.
    Un giorno spero di poter applaudire un nuovo del piero col numero dieci della juve e te lo dico io che spesso vengo chiamato delpierista o tifoso della delpierese. 😉

  2. Gian Piero….

    Grazie dell’informazione. Quale uso pensi ne possiam fare ora che ce l’hai data?

    “Credo che solamente con la corsa, come gioca adesso la Juventus, in Europa di strada se ne faccia poca.” che te ne frega? hai smesso di tifare.

    Che scrivi a fare qui? hai smesso di tifare.

    Che ti scrivo io? hai smesso di tifare 🙂

    I giocatori passano la Juve resta. Per chi non ha smesso di tifare.

  3. Mi hanno chiamato Gian Piero come Boniperti, Juventino dalla nascita, ma domenica sera dopo la sostituzione
    di DEL PIERO mi sono levato la mia maglia n. 10 e ho smesso di tifare.
    Alessandro dopo l’infortunio di Udine ha perso in brillantezza, ma la classe è rimasta tutta.
    A DEL PIERO non si concede una partita normale senza critica, nonostante la quantità di gol segnati.
    Domenica sera non gli è arrivata una palla giocabile.
    Credo che solamente con la corsa, come gioca adesso la Juventus, in Europa di strada se ne faccia poca.

  4. scusate se sono state male interpretato.
    quello che volevo dire è che oltre alle motivazioni della coppa la squdra avrebbe dovuto anche giocare per salutare al meglio il proprio Capitano.
    forse, dico, forse, questa parte di motivazione è mancata o non è stata percepita dalla squadra. dico insomma che lo avrebbero potuto salutare meglio. tutto qui.
    per il resto confermo anche quello che ho scritto in un altro thread: un conto è vincere, molto più difficile è rivincere. penso che questa sconfitta serva per fare un bagno di umiltà e ritrovare quella cattiveria agonostica necessaria per ogni partita, dalla caccolese al real madrid (!!!) perché come si è visto nessuno regala niente e a maggior ragione alla JUVE (quoto ancora i commenti sugll’arbitraggio e media vari …)!!!

  5. Condivido in pieno il discorso sui politici, Alessandro, i fischi erano per loro.
    Oggi si legge di Storari che si scusa su Twitter per il suo errore. Il punto è lì: la partita ce l’avevamo in controllo anche se stavamo giocando ai 2 all’ora, soprattutto Vidal e Marchisio che non mi sono piaciuti. Il Napoli non avrebbe segnato se non per nostro errore. E l’ha commesso ancora Storari. 5 partite di coppa Italia e 2 errori gravissimi: il pareggio regalato al Milan (colpo di testa nell’area piccola dopo un cross di 60 metri) e il rigore regalato a Lavezzi che ha dato la finale al napoli.
    Per me, inaccettabili. Doveva essere affidabile e invece ha rischiato di far qualificare un Milan che stava perdendo a Torino e poi ha regalato direttamemte la coppa ai napoletani.

    Troppi festeggiamenti secondo me. Questo scudetto ha un sapore particolare per via di farsopoli, ecc.ecc., ma non è possibile che ogni volta che c’è una finale di qualsivoglia competizione noi scendiamo in campo con l’approccio sbagliato.
    Oramai in bacheca dominano di più le famose sconfitte piuttosto che i famosi trofei conquistati. Questo inizia ad essere un dato di fatto. Poi ci sta tutto, l’annata ai 1000 all’ora, il ritorno alla vittoria dopo anni bui e tutte queste cose. Ma il risultato è che abbiamo perso 1 sola partita su 43, proprio quella che valeva da sola una Coppa. Basta questo.

  6. Alessandro Magno

    si elkun bisognerebbe chiedere all’amico depa cosa intendeva. Probabilmente del piero essendo all’ultima aveva qualche motivazione in piu’ degli altri ma le motivazioni da sole non bastano la prestazione di del piero a parere mio e’ stata in linea con quella degli altri cioe’ senza infamia e senza lode.
    Credo che l’approccio sia stato sbagliato persino da conte che ha voluto mandare in campo la formazione di coppa italia (storari estigarribia borriello del piero)
    E forse vista gia’ l’assenza di chiellini avrebbe dovuto cercare di mandare in campo la formazione migliore. Il napoli lo ha fatto. C’erano tutti i titolari.
    Per quato riguarda le coppe italia le abbiam perse sempre per questo motivo anche lippi mandava in campo chimenti. Per quanto riguarda la champions che me le do tutte eccetto la prima con l’ajax che avevo un anno’ per un motivo o per un altro siam sempre caduti sul piu’ bello. Dovremmo avere sicuramente 2-3 champions in piu’. Ma cosi e’ il calcio. Io spero sempre di risistemare il conto.

  7. Purtroppo il nome Juventus non si addice al nome Coppa qualsiasi essa sia,è vero che alcune ne abbiamo vinte ma ne abbiamo perse anche tante…specialmente quelle 5 che abbiamo lasciato agli avversari con la grandi orecchie,non mele sono ancore dimenticate.
    Per i meno giovani mensionerei quella contro l’amburgo dove eravamo nettamente piu forti e per i piu giovani quella contro il Milan a Manchester(anche li eravamo piu forti)come contro il Borussia dove cela rubarono e come contro il Real dove loro segnarono il gol della vittoria in fuorigioco…una squadra come la Juve secondo me in bacheca ne dovrebbe avere almeno 4!
    Scusate per l’amarcord
    Dannate coppe…e mentalità nell’affrontare le finali spesso sbagliata

  8. @Alessandro magno: leggere che domenica tutta la squadra non è scesa in campo ad eccezione del capitano (che infatti è rimasto assieme a Borriello negli spogliatoi), mi pare un tantino esagerato………..

  9. Alessandro Magno

    se potreste evitare di trasformare ogni discussione in del piero non del piero ve ne sarei grato. Mi pare di poter dire senza ombra di smentita che contro il napoli nessuna ha particolarmente brillato per cui….

  10. Ah ecco……dieci cospiratori che hanno fatto le scarpe a Del Piero…..capito tutto ora….
    e pensare che c’era chi si lamentava perchè si giocava in nove…………

  11. quoto tutto alessandro.
    per gli altri su diciamolo la juve, ad eccezione del Capitano, non è scesa in campo. questa mancanza di rispetto dai suoi stessi compagni è stata la cosa più sorprendente: cioè il resto della squadra non si è resa conta che avrebbe dovuto mettercela tutta proprio per ringraziare con i fatti il suo grandissimo Alessandro Del Piero!
    così non è stato e dispiace … dispiace molto

  12. @Lorenzo49, non hanno giocato meglio, è la Juventus che non ha proprio giocato e quando ha provato a fare quel poco è stata subito stroncata dall’inviato di turno. Tutto era già pronto, tutto!!

    a buon intenditor poche parole..

  13. La sconfitta contro il Napoli non mi va giù soprattutto per come è avvenuta. Anche se loro hanno giocato meglio, ci hanno negato un rigore sacrosanto, e sul loro primo gol c’era precedentemente un corner a nostro favore. Questo perbenismo di facciata mi urta i nervi, perché quando subisco un torto chiedo a squarciagola maggiore imparzialiità ed attenzione a chi deve giudicare. Contro il Napoli, con gli episodi, non siamo proprio fortunati.

  14. PAROLE SANTE!!! proprio per quest’antipatia che nutro per il napoli e per i suoi tifosi ieri avrei gradito un altro spirito in campo… anke perchè era cmq in palio un trofeo.

    FORZA JUVE

  15. sconfitta che in fondo non pesa,diciamo la verita’,era una sconfitta annunciata o quasi…
    …stato mentale,formazione…

  16. È una sconfitta che mi fa INCAZZARE!!!! 🙁 p.s mi è piaciuto il tuo pensiero, Ale.

    Ciao..

  17. Grazie dei complimenti ragazzi non era neppure facile scrivere un pezzo dopo i miei bagordi e festeggiamenti e dopo la prima sconfitta. Anche io cominciavo ad esser abituato bene 😀
    E’ una sconfitta che ci farà crescere.

  18. sanguebianconero

    anche a me sono piaciuti gli ultimi 8 righi dell’articolo di “Magno” con il quale sono assolutamente d’accordo per quanto concerne il commento dei telecronisti della Rai, e per quanto riguarda l’arbitraggio.
    Mi dispiace molto non aver vinto la coppa, perchè sarebbe stata la 10ma ed avremmo messo la stella argento sulla maglia (ci riproveremo), ma la Juve mi è sembrata sì vogliosa di vincere ma con qualcuno (Vidal, Marchisio) un po sulle gambe, e qualcuno (Borriello, come sempre) non all’altezza (spero che non lo riscattino)

  19. Quoto tutto! Avrei perso da tutti ma non dal Napoli che mal sopporto. Spero si facciano perdonare lasciandosi portare via cavani anche se forse Suarez potrebbe essere anche meglio

  20. mi sono piaciuti molto gli ultimi 8 righi…..

    bravissimo Alessandro Magno,bell’articolo 😉

  21. Bell’articolo Magno, hai colto tutti i punti in maniera efficace, ma non sai quanto mi brucia la sconfitta di ieri vivendo a Napoli!!! La cosa brutta è che purtroppo è l’ultima partita della stagione, quindi bisogna aspettare 3 mesi per rifarsi e non sai quanto mi scoccia. Cmq hai ragione: I CAMPIONI DELL’ITALIA SIAMO NOI!!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi