Un altro Giraudo alla corte della Vecchia Signora | JMania

Un altro Giraudo alla corte della Vecchia Signora

Riporto integralmente un articolo della redazione di Giulemanidallajuve che rimanrca uno degli eventi più importanti, a livello societario, della giornata di ieri a Villar Perosa, e passato inosservato ai più: vale a dire la presenza di fianco ad Andrea Agnelli di Michele Giraudo, figlio dell’ex AD bianconero pre-Calciopoli. “La notizia di ieri non è il …

Riporto integralmente un articolo della redazione di Giulemanidallajuve che rimanrca uno degli eventi più importanti, a livello societario, della giornata di ieri a Villar Perosa, e passato inosservato ai più: vale a dire la presenza di fianco ad Andrea Agnelli di Michele Giraudo, figlio dell’ex AD bianconero pre-Calciopoli.

“La notizia di ieri non è il possibile arrivo di Totò Di Natale, la risposta seccata di Andrea Agnelli al presidente squalificato o la solita gaffe di Elkann che si vanta di aver conquistato una «coppa» (il Berlusconi o quella – tutta sua – della B?), senza dimenticare il motto «bisogna guardare avanti».
È la presenza di Giraudo, Michele Giraudo, figlio di Antonio, a fare notizia. Andrea Agnelli, accusato di essere un burattino, uno “poco coraggioso”, già macchiato dell’onta di volersi lasciare alle spalle i torti che la Juventus ha subìto, l’ha voluto in quella che non è una semplice partitella ma la vetrina attraverso cui la famiglia osserva e vive il motivo della propria passione.
La distaccata stretta di mano tra Giraudo e Elkann, poi l’abbraccio di Andrea e Michele, a favor di fotografi e pennivendoli. Non è il semplice saluto ad un amico di famiglia ma il segnale che nulla è mutato da quando Agnelli stava vicino ai suoi uomini – sul campo – mentre un tale li scaricava davanti alle telecamere.
Senza alcun “forse”, oggi qualcuno dovrebbe raccogliere quel poco di dignità che gli resta e chiedere scusa per i dubbi sollevati sull’integrità del Presidente della Juventus.”

3 commenti

  1. Sono un semplice tifoso della Juventus ed in quanto tale mi pregio di far parte di questa grande famiglia(le statistiche parlane di 170 mln di tifoso nel nondo), all’interno della quale sono successe in passato degli errori grossolani che tutti noi conosciamo. Si è parlato della vicinanza della Proprietà alla società Juventus, ma tutti noi tifosi abbiamo iniziato a palpeggiare qualcosa di concreto con la nomina di Andrea Agnelli a presidente di questa amatissima e gloriosa società. Le vicende che sono state raccontate da tifosi eccelsi come Moncalvo, Mughini e Ostellino, tanto per citarne alcuni, riguardo a lotte intestine all’interno della stessa Proprietà servono solo ad avvalorare la sagacia della scelta di un Agnelli alla guida della nostra società. Non mi meraviglia affatto che Giraudo figlio abbia presenziato al “vernissage” di Villar Perosa”, segno tangibile che gli Agnelli sono “Signori” dalla nascita; Signori di animo, e non di soldi, si nasce non si diventa. Sono riconoscenti(una parola che al mondo d’oggi non va più tanto di moda) verso coloro che hanno servito la nostra Patria sportiva con onore, dedizione e raggiungendo il massimo dei risultati sempre e solo sui campi di calcio e inopinatamente in maniera lecita e sportiva, come sta emergendo anche dal processo di Napoli.

  2. Quanto ci servirebbe il papà…

  3. Benvenuto Ben venga il figlio di Giraudo

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi