Ultime ore calciomercato Juventus | 22 giugno 2014

Ultime ore calciomercato Juventus: voci e trattative di oggi, 22 giugno 2014

Ultime ore calciomercato Juventus: voci e trattative di oggi, 22 giugno 2014

Ultime ore calciomercato Juventus, le novità del 22 giugno 2014: conferme su Pato, nuovo tentativo per Lukaku, su Drogba anche il Milan

Lukaku-Juventus-2014-giugnoUltime ore calciomercato Juventus: voci e trattative di oggi, 22 giugno 2014. Anche la Gazzetta conferma le indiscrezioni di ‘Tuttosport’: la Juve pensa sul serio ad Alexandre Pato, ex bomber brasiliano del Milan che vorrebbe rilanciarsi nel calcio europeo. Si parla di prestito con diritto di riscatto fissato tra 10 e 15 milioni: a Torino, Pato ritroverebbe l’ex compagno Andrea Pirlo.

Sulla base dei 30-35 milioni richiesti da Lotito la Juventus non ha alcuna intenzione di trattare Antonio Candreva: è questa la novità di oggi riportata da ‘Il Tempo’. A questo punto, rimangono in corsa Napoli e Paris Saint Germain. Tante richieste, invece, per Mauricio Isla, appena riscattato dalla Vecchia Signora per 4,5 milioni: le buone prestazioni al Mondiale hanno riacceso l’interesse di club che seguivano da tempo il cileno, e ne hanno avvicinati di altri. In fila ci sono Inter, Fiorentina, Lazio, Manchester United e Arsenal. Dalla sua cessione il dg Beppe Marotta può incassare circa 10 milioni di euro.

Dopo la sfida di mercato dello scorso anno per Carlos Tevez, Juve e Milan potrebbero contendersi ora anche Didier Drogba, 36enne attaccante ivoriano tesserabile a costo zero: i campioni d’Italia avrebbero l’intesa da tempo, ma stanno temporeggiando un po’ troppo e allora gli agenti dell’ex Chelsea starebbero pensando di accettare la proposta rossonera di contratto annuale a 3 milioni con opzioni per un secondo anno. Per Fabio Quagliarella continuano i contatti con il Torino, che riterrebbe il 30enne stabiese l’elemento ideale per rimpiazzare Ciro Immobile. Lazio e Fiorentina al momento più fredde.

Secondo Sky Sport, la Juventus avrebbe richiesto nuovamente in prestito Romelu Lukaku al Chelsea, valutato dai Blues ben 30 milioni: il primo tentativo è andato a vuoto, ora si attende la nuova risposta del club londinese e si spera che il belga non giochi bene al Mondiale per far abbassare le pretese del club di appartenenza. Beppe Bozzo, invece, sta lavorando sul fronte Alvaro Morata, altra trattativa molto difficile: il club spagnolo per ora non molla, anche perché c’è Benzema che andrà in scadenza nel 2015 e si deve convincere prima il francese a restare. Fredy Guarin si allontana dalla Juve: Sebastian Giovinco, contropartita tecnica designata, ha rinnovato con il club bianconero ottenendo anche un aumento d’ingaggio fino a 2,3 milioni più bonus. Molto difficile anche Juan Cuadrado, per il quale la Fiorentina, dopo averlo riscattato, chiede 30 milioni cash. Più probabile che finisca a Barcellona, Bayern Monaco o Arsenal.

4 commenti

  1. il Lukaku visto in queste 2 partite non vale Bendtner…

    • Capitan Sparrow

      Ho visto Lukaku più volte, e ti assicuro che quello visto al mondiale è una copia sbiadita dell’originale. Il problema è un altro: è un attaccante che dà il meglio di sé quando ha spazio e può sviluppare la sua velocità, ma non ama giocare spalle alla porta e sacrificarsi per i compagni. Nel modulo di Conte non lo vedo molto bene, ma considerando il valore e l’età del ragazzo varrebbe la pena sia spendere la cifra richiesta sia modificare il modulo per metterlo in condizione di rendere al massimo.

  2. hanno aumentato lo stipendio al nano…….? ditemi che è una battuta……….

    • Guido ma per caso sei un gigante? Ma anche se tu lo fossi mi sa che la tua educazione è inversamente proporzionale alla tua altezza.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi