Udinese-Juve 0-2: una vittoria importante | JMania

Udinese-Juve 0-2: una vittoria importante

Udinese-Juve 0-2: una vittoria importante

Udinese-Juve 0-2.Si è visto dall’esultanza di Conte. Lunedì è stata una vittoria importante. Non che l’Udinese abbia opposto questa strenua resistenza ma la voglia di far bella figura contro la Juve può sempre venire a queste squadre, se poi le partite non le metti subito nella giusta direzione. Mettiamoci poi il temibilissimo Rizzoli uno che …

udinese-juve-giovincoUdinese-Juve 0-2.Si è visto dall’esultanza di Conte. Lunedì è stata una vittoria importante. Non che l’Udinese abbia opposto questa strenua resistenza ma la voglia di far bella figura contro la Juve può sempre venire a queste squadre, se poi le partite non le metti subito nella giusta direzione. Mettiamoci poi il temibilissimo Rizzoli uno che non si tira mai indietro quando si tratta di regalare un rigore ai nostri avversari e gli ingredienti per una serata da tachicardia c’erano tutti. E’ andata direi benissimo. Ottimo Ogbonna che annulla il vecchietto e un tantinello simulatore Di Natale. Ottimi Giovinco e Llorente capaci di chiudere la pratica già nel primo tempo. Dello spagnolo non so più come tesserne gli elogi, basti vedere le palle che perdono Osvaldo e Vucinic al loro ingresso in campo e fare il raffronto con Nando, uno che non è per niente elegante ma è tremendamente utile. Di Giovinco, che non è mai stato il mio prediletto, apprezzo invece l’umiltà di rimettersi in gioco e di rendersi utile se chiamato in causa. Direi la neo scoperta umiltà. Credo che lo apprezzi pure Conte e credo che a fronte di questo sarà riconfermato a differenza di Osvaldo, Vucinic e Quagliarella.

A Roma si sono inventati di tutto un po’ per metterci pressione. Ho sentito che qualche pseudo-giornalista del Corriere di Trigoria ha parlato di scudetto che sarebbe meritato dalla Roma perché ha espresso un calcio migliore di quello della Juve. Solo in Italia abbiamo una classe giornalistica tanto penosa. A parte che nello sport non vince chi è più bello ma chi arriva prima. A parte che ci sarebbe da disquisire per mesi su cosa vuol dire bel calcio, visto che difesa e contropiede fino a che non erano arrivati Mourinho prima e Garcia poi, parevano una roba schifata un poco da tutti, ma detto ciò: ci rendiamo conto che stiamo parlando di una Juve che sta frantumando record su record? Ma di che cosa stiamo parlando?

Garcia, che mi era pure simpatico prima che si ”romanizzasse” del tutto, se ne esce pure fuori con la storia che la Roma è contro tutti. Ma stiamo scherzando? Il campionato sarebbe finito da un pezzo se alla Roma non dessero ogni tipo di aiutino per tenersi in corsa, vedi gol in fuorigioco col Toro e mancata espulsione di Naingollan, rigore dato e poi tolto col Sassuolo, rigore non dato al Cagliari e mancata espulsione di Destro che poi segnerà 3 gol ( questo solo nelle ultime giornate). Per non parlare del poco corretto: ”a scansateve granata che voi siete antijuventini, a scansate Eusebio Di Francesco, Colantuono, Daniele Conti che voi siete romanisti”. E poi Benatia chiama pure all’impegno i suoi ex compagni dell’Udinese. Coerenti questi romanisti.

E oltre questo c’è pure tutta una stampa schierata a favore di Garcia e della Roma. Non s’è mai visto uno spiegamento di forze così elevato per un giocatore giustamente squalificato per prova TV, per un atto violento. E ce lo avete voluto fare passare come una cosa a vostro sfavore. E magari Destro non fare il pirla no eh? E che deve dire Bonucci risparmiato da Conte perché sotto diffida e ammonito per troppa esultanza contro l’Udinese. E Lichtesteiner pure. 2 diffidati 2 ammoniti, altro che ammonizioni mirate.

Obiettivamente spero che arriveremo a Roma con già lo scudetto cucito sul petto e spero anche che l’Europa League non ci tolga troppe forze psicofisiche. Tuttavia mi piacerebbe che la ciliegina sulla torta di questo scudetto non siano i 100 punti, di cui davvero frega poco quasi a tutti, ma magari darvi una bella e sonora lezione in casa vostra nel vostro stadio. Come già all’andata. Quella si che sarebbe un apostrofo rosa fra le parole ”continuate a rosicare”.

11 commenti

  1. Alessandro Magno

    ciao a tutti al solito vi leggo tutti scusate se rispondo solo ora ma mi è partito il cellulare alla fine visto che erano gia mesi che dava segni di squilibrio 🙂

  2. E i gufi hanno perso qualche altra piuma. Si agitano, sbattono le alucce, corrugano le sopracciglia in uno sguardo torvo. La Roma gioca un calcio bellissimo, la fiorentina pure, il Napoli non ne parliamo. Che fantastiche compagini, che meravigliosi esempi di calcio spettacolo, allenatori geniali, calciatori fortissimi. Eppure… Eppure c’è qualcosa che non va. Eppure c’è una squadra davanti. Quella che ha vinto gli ultimi due scudetti. C’è la Juve. E i gufi sarebbe meglio se le alucce le usassero per coprirsi il didietro… Perchè stiamo di nuovo per metterglielo nel culo.

    “Sono diventato juventino il primo giorno che sono arrivato a Torino, quando mi sono reso conto quanto la Juventus fosse odiata dal resto delle tifoserie d’Italia. Il loro odio io l’ho trasformato in amore per la Juventus. Contro tutto e tutti. Quella maglia era una corazza…” Paolo Montero

    FJS

  3. Bell’articolo Magno. Quoto interamente Rem17. Lunedì ero allo Stadio Friuli e devo dire al di là dell’Udinese che non ha giocato una grande partita che finalmente ho visto una Juve in palla sia fisicamente che mentalmente. Ho potuto apprezzare come dice Magno l’importanza di Llorente e quanti palloni ha smistato di testa, cose che gli anni scorsi, mi dispiace dirlo, con Vucinic erano quasi un’utopia. Infatti quando è entrato non è riuscito a tenere un pallone. Ottima prova di Giovinco un vero funambolo a Udine e poi mi è piaciuto tanto Chiellini per la grinta e anche per quell’azione in cui partendo dalla difesa è arrivato fino in area dell’Udinese. Fantastico anche Pogba che ha fatto dei numeri da prestigiatore con la palla oltre a passaggi molto importanti, anche se dovrebbe tirare di più in porta visto il tiro che possiede.
    L’unica cosa che dico è che a volte i nostri si intestardiscono a fare mille passaggi in area avversaria che poi puntualmente vengono intercettati: ogni tanto bisognerebbe avere il coraggio di tirare in porta prendendosi anche il rischio di fare qualche brutta figura.

    Comunque ce ne fossero altri stadi o tifoserie come quelle dell’Udinese: ero nei distinti in tribuna centrarle e solo una scala mi divideva dai tifosi dell’Udinese (ma ce n’erano anche nel settore dei tifosi juventini)
    e devo dire al di là degli sfottò reciproci, c’era motla tranquillità e sportività.
    Pensate che dietro di me c’era un tifoso dell’Udinese che mi ha chiesto il nome del giocatore della Juventus che indossava il n. 4 (Caceres).
    Quando hanno ricordato Morosini tutto lo stadio ha applaudito, tifo juventino compreso e anche la sostituzione di Giovinco ha ricevuto applausi bipartisan.

    Sui romanisti “vittime??” stendiamo un velo pietoso per non parlare dei loro ultras “giornalisti???””. Non ammetterebbero la grandezza della Juve neanche se facessimo 200 punti in campionato. Che dire poi di quelli che definivano Llorente un bidone senza neanche averlo mai visto giocare? Scommetto che sono gli stessi che dicono che la differenza della Juve rispetto alla Roma l’ha fatta lo scontro diretto (come se quella partita valesse 8 punti).
    Certo che in questo Paese manca totalmente la cultura sportiva, il saper perdere ed il saper riconoscere la superiorità dell’avversario, tranne alcune lodevoli eccezioni come Francesco Guidolin un vero signore, oltre che un grande allenatore (sottovalutato), come ricordava Rinus.

    Sempre forza Juve ed ora sotto con il Bologna!!!

  4. Ottimo articolo!

    Ps: a me fregano eccome i 100 pti!!! Sarebbe un record che durerebbe 100 anni!

  5. Bene Magno, disamina perfetta. Mitica la risposta di Conte al giornalista che gli chiedeva di commentare il ” caso Destro”, risposta: è stata una CARESSA!

  6. Volevo far notare, oltre alle ottime prove di Giovinco (che ora gioca con un po’ di umiltà e i risultati si vedono), del solito Caceres, del solito Llorente e di Ogbonna, soprattutto la splendida prova di Pogba.
    Ieri ha fatto per la prima volta (forse) tutto ciò che deve fare un centrocampista, i suoi numeri di elevato talento li ha convogliati su giocate semplici, logiche e mai astruse (come solito è fare). Mai lezioso, mai una palla persa, diversi numeri con la palla tra i piedi e poi un’infinità di giocate lineari e concrete, tanti ribaltamenti e ripartenze. Mai provata la giocata impossibile e/o difficile. Giocasse sempre così, ecco allora sì che li vale i 100 milioni tra un paio di anni. Tanti complimenti a lui.

    Poi è vero che l’udinese non ha giocato col coltello tra i denti come ci è capitato a catania, genova, a verona con chievo e verona, ecc.ecc., basti vedere il gol di giovinco, quanto spazio gli lasciano i difensori per girarsi e fare la giocata….

    Notavo poi la differenza abissale di mentalità e grinta nel momento in cui vucinic e osvaldo sono subentrati a giovinco e llorente, palle perse, poca voglia di correre, nessuna giocata, la squadra è quasi scomparsa dal campo in quei pochi minuti con loro due. Mamma mia.
    E stesso discorso per il subentrato Isla, l’udinese ha fatto 3 azioni pericolose in tutto il match, tutte dalla sua parte e tutte nel finale con lui in campo. Sarà un caso, sarò cattivo. Però ogni volta è così.

    Finora grande Conte, grandi ragazzi, grande stagione, manca poco e manca una finale allo stadium il 14 maggio, da andarsi a prendere a lisbona. Siamo vicini, non molliamo.

  7. e non venitemi a dire che l’assenza di Bonucci può essere per noi uno svantaggio, per favore no!
    non elencatemi numeri idioti sui passaggi riusciti di Bonucci se il 75% di questi è a Caceres (o Barzagli) oppure a Chiellini e quando s’azzarda a fare un lancio … sono bestemmie!
    Non cantate lodi di uno che non vale un’unghia di Thiago Silva ma al quale vien spesso paragonato (scusali Thiago, non sanno quel che dicono).
    Se la sua assenza può essere utile alla crescita di Ogbonna, ben venga, almeno questo sa marcare ed ha margini di miglioramento!
    Esaltiamo invece Cáceres mai abbastanza apprezzato che unisce a due magnifici cogl**ni anche un’indole spettacolare ….che poi, non dimenticatelo, lo spettacolo è il fine utile di questo circolo!
    Circa Giovinco…come diceva quello spot? ah già ….ne devi fare di strada bimbo…

  8. Bravo Magno, come sempre.. Aspettavo il tuo Scriptum. Ahhh che bello vedere e sentirli rosicare tutti..Ieri ho sentito Guidolin, un vero Signore, peccato che come lui ne abbiamo pochi a Rossiclandia!!!
    Chapeau e Forza Juve Sempre!!!

  9. Sui penosi individui che si spacciano per giornalisti ormai non nutro più alcuna speranza di un senso dell’etica professionale basata su serietà e obiettività di giudizio; il problema ancora più grosso è che neanche le società si sforzano minimamente di fungere da argine al dilagare dell’inciviltà e della maleducazione nel calcio: una società seria prende il suo giocatore pugile, protagonista di una pietosa sceneggiata, e lo punisce, mettendolo 3 giorni fuori rosa, anziché fare dello squallido vittimismo e ricorrere contro la giusta squalifica. Ma come diceva qualcuno: “Signori si nasce!”

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi